I leggendari guerrieri giapponesi invadono il MAO

I leggendari guerrieri giapponesi invadono il MAO

1
SHARE
Torino, I leggendari guerrieri giapponesi invadono il MAO
Torino, I leggendari guerrieri giapponesi invadono il MAO

Dal 16 aprile al 29 maggio, al Museo di Arte Orientale di Torino, arriva “BUSHI – Ninja e Samurai”.

Una mostra che ha dell’incredibile: un viaggio attraverso i secoli per conoscere i mitici guerrieri giapponesi tra realtà e fantasia, tra magia e ritualità antica.

Un itinerario che racconta come e quanto i Samurai ed i Ninja siano ancora presenti nell’immaginario collettivo e si mischino alla realtà e siano in grado di adattarsi ai tempi che cambiano: partendo dai Manga e dagli Anime che hanno segnato la storia del genere, fino ad arrivare alla saga di Guerre Stellari, passando per i supereroi Marvel per poi ripartire fino a raggiungere il luogo ed il tempo d’origine di quei valorosi ed antichi condottieri.

 

Torino, I leggendari guerrieri giapponesi invadono il MAO

Il percorso è un’accurata miscela che unisce il passato ed il presente del Giappone, ma non solo, con l’esposizione di action figures, art books, raccolte di manga ed autentiche armi, unite ai lavori di studenti dell’Accademia di Belle Arti e del liceo Artistico “R. Cottini” di Torino.

Miti e leggende che hanno stuzzicato la fantasia di scrittori, registi, costumisti, sceneggiatori o semplicemente dei bambini di ieri e di oggi che guardavano ed ancora guardano a bocca aperta i prodigi e le imprese che compivano quegli eroi in televisione o sulle pagine di un fumetto.

Antichi valori morali e spirituali che sono nati in territorio nipponico, ma che hanno raggiunto ogni parte del mondo e che, da venerdì, verranno riuniti a Torino per mostrarsi in tutto il loro splendore.

Fino al 29 maggio, i “Bushi” vi aspettano in Via San Domenico 11, in pieno quadrilatero romano, tutti i giorni dal martedì alla domenica e, al costo di 5 euro (il prezzo per la sola mostra) vi porteranno in un mondo dove magia e realtà convivono da sempre in armonia ed alimentano le fantasie dei bambini di tutto il mondo.

Correlato:  Artissima 2011

 

Francesco Esposito

LEAVE A REPLY