Home Arte Ripartito da Torino il Gran Tour del Piemonte

Ripartito da Torino il Gran Tour del Piemonte

49
SHARE
Ripartito da Torino il Gran Tour del Piemonte
Ripartito da Torino il Gran Tour del Piemonte
Tempo di lettura: 1 minuto

Il Gran Tour del Piemonte riparte da Torino.

L’evento, che proseguirà da aprile fino a luglio, metterà al centro dell’attenzione i paesaggi piemontesi, con particolare attenzione ai giardini e ai parchi storici di Torino e delle altre province.

Moncalieri ha dato il via al Gran Tour il 9 aprile partendo dalla riserva naturale Le Vallere. Il primo appuntamento a Torino del Gran Tour sarà dedicato all’esposizione e alla visita dei Giardini Reali, riaperti recentemente dopo un lungo periodo di chiusura dovuto a cambiamenti e a restaurazioni, che hanno ammodernato gli storici giardini.

Per quanto riguarda il capoluogo piemontese, parteciperanno anche i giardini pubblici ottocenteschi (legati allo stile francese che influenzava l’arte e la vita torinese di quell’epoca), il Parco della Rimembranza e l’area di Spina 1.
Le quaranta tappe del Gran Tour porteranno turisti e visitatori anche nelle altre altre province piemontesi: a Novara sarà possibile ammirare le terre d’acqua, nel Monferrato i giardini dei castelli, mentre in provincia di Biella saranno aperti i parchi di alcune ville e i giardini disegnati dall’architetto Xavier Kurten.

Una tappa sarà dedicata anche al lago Maggiore, alla Serra morenica di Ivrea, ai parchi privati di Cherasco e di Saluzzo, ma anche alle colline popolate dai vigneti nella zona di Gavi. Spazio anche per il Santuario di Vicoforte , per le riserve naturali del torrente Orba e delle Alpi Marittime e l’area protetta del bosco del Marchese ad Asti.
I possessori dell’abbonamento ai musei avranno anche particolari agevolazioni, poiché pagheranno una tariffa scontata in tutti gli itinerari e potranno accedere liberamente ai musei aderenti che si visiteranno in alcuni appuntamenti.

Correlato:  Breakink news: già numeri da record per la mostra su Raffaello

Un’occasione da non perdere per gli amanti della cultura e dei paesaggi.

Per partecipare, la quota d versare può variare tra i 7 e i 30/40 €, a seconda delle località visitate.

 

Andrea Decorato

 



Commenti

SHARE