Home Cronaca di Torino A Torino dieci alberghi preferiscono le multe alle tasse di soggiorno

A Torino dieci alberghi preferiscono le multe alle tasse di soggiorno

4
SHARE
Dieci alberghi non pagano
Dieci alberghi non pagano

A Torino dieci alberghi intascano la tassa di soggiorno non versando il corrispettivo al Comune, preferendo pagare la multa che di zeri ne ha parecchi in meno.

La cosiddetta tassa del turista in tre anni ha fruttato qualcosa come 18 milioni di euro, dai quali, diciamo per dimenticanza, manca una somma pari a 450mila euro originata dai mancati versamenti degli alberghi, in questo caso sostituti d’imposta. La caccia al tesoro ha registrato negli anni 2013 e 2014 un ammanco di 120mila euro e altri 330mila per l’anno 2015; in realtà la cifra ammontava a 170mila euro in più, ma grazie a controlli e denunce quest’ultima parte è stata recuperata. Le accuse sono quelle di peculato e danno erariale, in soldoni l’appropriazione indebita da parte di un funzionario di soldi o altro, e il mancato guadagno che l’ente pubblico avrebbe ricavato dalla riscossione della tassa.

(continua sotto)

Dieci alberghi non versano tassa di soggiorno

I comuni italiani hanno giovato dell’introduzione dell’imposta, due anni a questa parte, e come si poteva immaginare il flusso di denaro ha messo acquolina ad alcuni, nel frattempo al termine del primo anno sono partiti i controlli in misura crescente con trentasei “raid” nel 2013 e sessantuno nel 2014 ai quali sono seguite le sanzioni, rispettivamente 62 nel primo anno e 79 nel secondo. Il 2015 ha avuto una svolta interessante, ovvero un numero di controlli più basso, perché si è costatato che gli alberghi sbadati erano sempre  gli stessi, cosa che ha però portato a 117 sanzioni, ma sempre multe a due zeri.

A fronte del bailamme causato dalle strutture ricettive, l’assessore Gianguido Passoni ha dichiarato che il Comune ha deciso di ricorrere a responsabilità di tipo penale; sempre da Palazzo Civico si è poi alzata un’altra voce, quella del sindaco Piero Fassino che ha reso pubblica la sua richiesta al governo di assimilare, sotto la riscossione della tassa, gli Airbnb agli alberghi, cosa che comporterà un ulteriore fonte di redditto per il Comune.

Correlato:  Stanotte al Museo: l'Egizio in Tv con Alberto Angela

@Damiano Grilli

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here