Home Urbanistica Via libera ai lavori tra corso Bramante e le linee ferroviarie

Via libera ai lavori tra corso Bramante e le linee ferroviarie

4
SHARE
Torino, Via libera ai lavori tra c.so Bramante e linee ferroviari
Torino, Via libera ai lavori tra c.so Bramante e linee ferroviari

Il 7 marzo, dopo l’approvazione di una delibera da parte del Consiglio comunale, è stato dato il via ad i progetti ed alla stesura di un programma per la rigenerazione urbana, sociale ed architettonica della zona tra corso Bramante e corso Turati. Infatti, nel perimetro che i due corsi disegnano insieme alle linee ferroviarie Porta Nuova e Torino – Modane, sono presenti numerosi edifici dismessi, fabbricati ed attività commerciali che, attraverso questo processo, potranno rivedere la luce e ridare splendore ad una parte della nostra città che è rimasta troppo a lungo nell’ombra.

Non si conoscono ancora le modalità e le tempistiche per la messa in opera della riqualificazione, ma tra le aziende coinvolte vi sono GTT e le Ferrovie dello Stato (ora Rete Ferroviaria Italiana) e si dovrà studiare a fondo e verificare il sistema viario della zona, valutare eventuali progetti con le proprietà coinvolte prima che possa essere posata la prima pietra.

Non è il primo tentativo di rigenerazione di una zona nella nostra città e, quelli messi in atto fino ad oggi hanno dimostrato che si può fare, che Torino non si accontenta delle intenzioni e che, con la spinta giusta, ogni quartiere può tornare ad essere parte integrante della vita urbana ed integrarsi perfettamente con il tessuto cittadino.

Un impegno importante, un obiettivo che è stato ben definito e che porterà sicuramente notevoli ed evidenti migliorie al quartiere, evitando che il lungo disuso possa definitivamente rovinare e portare alla perdita di edifici e di possibilità concrete di rendere dignitosa e vivibile una parte della nostra città in continuo movimento ed in costante crescita.

Correlato:  Torino: con i tram d'epoca il passato corre su rotaia

Non ci resta che attendere gli sviluppi ed intanto immaginare cosa ci piacerebbe vedere da quelle parti, oppure aspettare che inizino i lavori e trovarci tutti lì a vedere che succede.

Francesco Esposito

 

 

Francesco Esposito

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here