Home Cronaca di Torino Virus Zika: la lotta parte dall’ospedale Sant’Anna

Virus Zika: la lotta parte dall’ospedale Sant’Anna

1
SHARE
Torino, Virus Zika: la lotta parte dal S.Anna
Torino, Virus Zika: la lotta parte dal S.Anna

All’ospedale S. Anna di Torino è stato messo a punto un test prenatale per effettuare una diagnosi precoce dell’eventuale infezione da parte del virus Zika del feto.
Il test ha ampliato le carte del progetto “Intergrowth -21st” finanziato dalla fondazione Bill e Melinda Gates e permetterebbe di diagnosticare la malattia a partire dalla ventiquattresima settimana di gestazione: i risultati sono stati pubblicati dalla rivista americana Lancet e, sono raccomandati a livello internazionale dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Per spiegare il funzionamento ai non addetti ai lavori, il test applica delle misurazioni del feto, calcolando le proporzioni tra lunghezza del nascituro e circonferenza della testa evidenziando problemi di crescita già prima della nascita. Anche se tali problematiche possono essere causate da infezioni come la Toxoplasmosi o da abuso di alcol durante la gravidanza, si stanno cercando correlazioni tra tali malformazioni ed il virus Zika.

Torino, Virus Zika: la lotta parte dal S.Anna
Torino, Virus Zika: la lotta parte dal S.Anna

Torino, Virus Zika: la lotta parte dal S.Anna

Il test è stato già effettuato su circa 20 mila neonati di tutto il mondo in quanto, nonostante l’etnia, la crescita del feto è simile se le condizioni socio-economiche in cui vivono le madri è la stessa: sostanzialmente si tratta di un metodo per cercare di tenere sotto controllo le epidemie che causano problemi di crescita ai bambini, esattamente come quelli che il virus sta causando in Brasile e nelle zone colpite in molti altri Paesi.

Il test è nato a Torino, frutto del lavoro instancabile dei medici che non hanno smesso di cercare uno strumento efficace e, da qui sarà utilizzato in tutto il mondo per aiutare mamme e bambini in difficoltà, ma non importa da dove vengano gli studi ed i ricercatori: l’essenziale è poter garantire a tutti la possibilità di sperare e, finalmente, smettere di avere paura.

Correlato:  16 progetti per una nuova Torino

 

Francesco Esposito

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here