Home Eventi I segreti delle residenze reali europee ospiti alla Reggia di Venaria

I segreti delle residenze reali europee ospiti alla Reggia di Venaria

8
SHARE
Torino I segreti delle residenze reali europee ospiti alla Reggia di Venaria
Torino I segreti delle residenze reali europee ospiti alla Reggia di Venaria

Come era la vita all’interno di un meraviglioso gioiello architettonico di altri tempi? Come venivano scanditi i ritmi delle giornata in una meravigliosa e sontuosa residenza reale?

Curiosità che molti vorrebbero sapere e che saranno al centro dell’attenzione alla Reggia di Venaria, fulcro per ospitare 80 altre residenze da tutta Europa.

Entro maggio 2016 saranno 80 gli scrigni europei a ritrovarsi nella reggia piemontese.

La finalità è quella di tornare indietro nel tempo per spiegare come si viveva in una corte. A breve sarà stabilita la data dell’assemblea che vedrà protagoniste le più famose regge europee.

Da Versailles a Parigi, nata nel 1682 come residenza reale dei Borbone di Francia. Tra i migliori esempi di sontuosità architettonica del Barocco, dove visse re Luigi XIV. Per passare a quella di Schonbrunn a Vienna, per poi sposarci in Spagna e Gran Bretagna. Ottanta residenze di 14 paesi diversi che si riuniranno a maggio con data ancora da stabilirsi.

Ad annunciare l’iniziativa Paola Zini, presidente del Consorzio Reggia di Venaria.

Torino I segreti delle residenze reali europee ospiti alla Reggia di Venaria

Sarà un momento fondamentale soprattutto per creare un più stretto rapporto in Europa tra queste realtà, oltre a spiegare la vita quotidiana nel passato tra le mura di una residenza reale. La vita di corte nei secoli passati. Un mondo racchiuso tra queste imponenti mura dove vivevano personaggi nobili e la loro numerosa corte, tra segreti e spesso intrighi di vario genere, come la storia ben racconta ancora oggi.

La Reggia di Venaria diventerà così il fulcro di questa importante manifestazione. Un luogo che si sta imponendo in particolare dopo le opere di restauro. In questi anni ha catalizzato milioni di turisti curiosi di scoprire un gioiello del passato sabaudo, i suoi ampi saloni e il giardino mozzafiato.

Correlato:  A Torino arrivano le Figuriniadi

La reggia fu progettata dall’architetto Amedeo di Castellamonte, edificato tra il 1658 e il 1679, voluto da Carlo Emanuele II di Savoia.

La reggia di Venaria Reale è considerata tra i più grandi cantieri di restauro europeo, riaperto nel 2007.

Non è soltanto stato un recupero di un complesso architettonico, ma urbanistico di un intero territorio che include la città di Venaria con il suo centro storico, il parco della Mandria e il territorio circostante con la conseguente riqualificazione.

Una rinascita di un tutta una città. In questi anni di riapertura al pubblico numerose le mostre e gli eventi organizzati per il pubblico con manifestazioni di livello internazionale. Cifre confermate dalla presenza dei visitatori. Nel 2013 ad esempio hanno toccato quota 700 mila.

Sito ben inserito nel circuito del turismo internazionale.

Marina Rissone

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here