Home Cronaca di Torino A giugno riaprono i Murazzi, ecco le nuove attività. Chiude definitivamente il...

A giugno riaprono i Murazzi, ecco le nuove attività. Chiude definitivamente il capitolo “da Giancarlo”.

56
SHARE
A giugno riaprono i Murazzi [fonte dissapore.com]
A giugno riaprono i Murazzi [fonte dissapore.com]

A giugno i Murazzi tornano al centro della scena torinese, con nuove attività, nuovi gestori ed un nuovo volto. Parliamo di noleggio di imbarcazioni, affitto di biciclette elettriche, pizzeria d’asporto, caffetteria con microtorrefazione e attività di intrattenimento e spettacolo.

Un incasso per il Comune di Torino pari al triplo della base d’asta, circa 300mila euro, per i sette lotti inseriti nel “bando Murazzi”di luglio 2015. L’idea di Palazzo Civico di vedere i Murazzi attivi giorno e notte, visto le attività insediatesi, è andata quindi in porto. Nel frattempo è cominciata, da parte di Amiat in questi giorni l’opera di “restauro” delle facciate dei Murazzi con la cancellazione dei graffiti, fatta eccezione forse per quello che ricorda Victor Jara.

 

A giugno riaprono i Murazzi. [fonte comune.torino.it]

Per quanto riguarda invece la ristrutturazione delle varie arcate siamo ancora in alto mare, i lavori devono ancora partire. L’unica cosa che possiamo riferire è l’identikit del proprietario medio. Sui trenta/quarant’anni, con alle spalle la gestione di altre attività private o in cooperative sociali come il caso di Patchanka srl che raggruppa una sartoria, un ristorante ed un bar in San Salvario, il Lombroso 16 e che ai Muri punterà sul co-working e servizi per studenti e liberi professionisti.

In un articolo che parla del nucleo underground di Torino non può mancare un riferimento al locale simbolo di tutta una generazione, si parla chiaramente del locale “da Giancarlo” e dei nostalgici che ancora lo ricordano. Possiamo dire che al suo posto verrà aperto uno spazio gestito da Eutourist che venderà piatti pre-confenzionati ma con lo scopo, a detta del presidente Paolo Lasagna, di “partire da cos’era Giancarlo e rilanciarlo. Ci sarà la musica, la danza, il divertimento, la promozione culturale – ha continuato – rimarrà un luogo aperto. E anche se un nome non fa un luogo, l’ex patron, Giancarlo Cara sarà un ospite sempre gradito”.

Correlato:  Murazzi: la quiete dopo la Movida

Staremo a vedere.

@Damiano Grilli

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here