Home Cronaca di Torino Giornata della memoria 2016: anche Torino fa la sua parte

Giornata della memoria 2016: anche Torino fa la sua parte

1
SHARE
Giornata della memoria 2016: anche Torino fa la sua parte
Giornata della memoria 2016: anche Torino fa la sua parte

Al contrario di ciò che si può pensare a finire nelle terribili “fabbriche della morte” non furono solamente gli ebrei provenienti da mezza Europa, ma anche zingari, omosessuali, oppositori politici e tutti coloro potevano essere considerati un problema per le assetate e spietate armate di Hitler.

Per commemorare tutti i caduti che hanno perso la vita in quegli anni, il 1 Novembre del 2005 al termine della 42° riunione plenaria, il direttorio  delle Nazioni Unite decise di dedicare la giornata del 27 Gennaio alle vittime di quella immensa strage.

Anche la nostra città non scampò a questo triste destino: la  vasta presenza della comunità ebraica (basti pensare che la Mole antonelliana fu edificata per essere destinata a sinagoga, e questo sottolinea quanto fosse importante la presenza israelita a Torino) provocò un considerevole numero di deportati che, inviati nei lager, perirono in condizioni disumane.

Giornata della memoria 2016: anche Torino fa la sua parte
Giornata della memoria 2016: anche Torino fa la sua parte

 

Tra i pochi  che ebbero la fortuna di tornare a casa ci fu Primo Levi che, segnato da quell’ immenso dolore, decise di lasciare la propria memoria alle generazioni future  scrivendo molti libri come “La Tregua” o “Sommersi e salvati” che raccontano la  testimonianza diretta delle proprie esperienze vissute negli anni della detenzione.

Proprio a Levi a palazzo Madama, dopo il successo della mostra dello scorso anno, saranno esposti tre dipinti creati dall’ artista americano Yitzrok Loiza Grossberg che li creò dopo aver letto “Se questo è un uomo” nel 1987.

L’ esposizione sarà curata dalla pinacoteca Agnelli insieme alla fondazione “Torino Musei”.

Il fulcro delle celebrazioni partiranno nella mattinata di Mercoledì alle 9.30 presso il cimitero monumentale dove si terrà la commemorazione ai defunti;  alle 11 una cerimonia a Palazzo civico, mentre dalle 10, per le scuole, saranno proiettati un cinegiornale tedesco del 1939 e il film di Roman Polanski “Il Pianista”.

Correlato:  Le vittime Torinesi della persecuzione nazi-fascista
Giornata della memoria 2016: anche Torino fa la sua parte
Giornata della memoria 2016: anche Torino fa la sua parte

 

Anche la Regione proietterà un lungometraggio per i ragazzi delle superiori: in anteprima sarà disponibile il film candidato a premio Oscar, “Il Labirinto Del Silenzio”,  tratto da una storia vera che affronta il dramma dei lager vissuto dai tedeschi che vengono a conoscenza degli orrori perseguiti dalle SS, e che saranno costretti a fare i conti con il proprio passato.

Alle 16.30 si terrà un concerto alla biblioteca civica musicale e alle 20, presso il Piccolo Regio, sarà messo in scena lo spettacolo “Musica degenerata”.

Inoltre ci sarà un’ apertura straordinaria, fino alle ore 20, del Museo Diffuso e nei giorni precedenti continuerà la messa in posa delle pietre d’ inciampo, opera per ricordare in modo diffuso tu tutto il territorio i caduti per mano dei nazi-fascisti.

Un calendario molto fitto per ricordare, specialmente alle nuove generazioni, quella che è stata un’ enorme, irripetibile, tragedia.

 

Alessandro Rigitano

 

Seguici su Facebook

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here