Home Cronaca di Torino Metro, si scaverà anche di notte

Metro, si scaverà anche di notte

2
SHARE

L’obiettivo è chiaro: concludere quella che ormai è una vera e propria storia infinita, fatta di lavori iniziati, lasciati in sospeso, ditte fallite, stipendi non pagati. Insomma, un piccolo dramma all’Italiana, che però sembra avere trovato una risoluzione.

I soldi dal governo sono arrivati, la Metro riparte e le ditte hanno pagato gli operai, da lunedì scorso dalle parti di piazza Bengasi si lavora.

Metro, si scaverà anche di notte

L’impresa costruttrice, la Ccm di Ravenna, guidata dal Consorzio Ccc, aveva bloccato le opere a metà ottobre, adesso sta per rimettere in moto la talpa Masha, con cui si scaverà il tunnel sotterraneo, creando due stazioni, Italia 61 e, appunto, la finale, Bengasi. «L’obiettivo è iniziare gli scavi entro la primavera – spiega a La Stampa l’amministratore unico di InfraTo, Giancarlo Guiati – Dobbiamo recuperare il tempo perduto».

Per la precisione, Masha inizierà a muoversi non prima di aprile, ma da allora macinerà dieci metri al giorno, muovendosi 24 ore su 24 fino a fine anno.

Sono arrivati i primi 4 milioni, grazie anche allo sforzo di Fassino con Renzi, grazie ai quali si sono mossi i pagamenti, e entro fine mese dovrebbero arrivare gli altri 2 milioni.Metro, si scaverà anche di notte

 

Il che permetterà di accelerare notevolmente i lavori, dopo un’odissea che prosegue da due anni, e che ha portato i costi dell’opera a Torino a quasi 200 milioni di euro.

Andrea Besenzoni

(Seguici su Facebook)

Commenti

Correlato:  Linea 2 della Metropolitana, nel 2017 inizieranno i lavori?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here