Home Cronaca di Torino 17 Gennaio 1969: Giovanni Agnelli uomo copertina del Time

17 Gennaio 1969: Giovanni Agnelli uomo copertina del Time

8
SHARE
Giovanni Agnelli uomo copertina del Time
Giovanni Agnelli uomo copertina del Time

Mario Balotelli, Mario Monti,  Silvio Berlusconi, Gianni Versace, Bettino Craxi, Giorgio Armani, Luciano Pavarotti, Giovanni Paolo I, Enrico Berlinguer, Paolo VI, Giovanni XXIII, Sofia Loren, Renata Tebaldi, Gina Lollobrigida, Alcide De Gasperi,  Palmiro Togliatti, Pio XII, Edda Ciano, Elsa Schiapparelli, Italo Balbo, Dino Grandi, Primo Carnera, Pio XI, Maria Montessori, Giuseppe Maria Bellanca, Arturo Toscanini, Giulio Gatti Casazza, Vittorio Emanuele III, Benito Mussolini… e l’ avvocato.

Cosa accomuna tutti questi illustri esponenti della società italiana? Economisti, industriali, attori, politici, imprenditori, re, papi, cosa hanno in comune?

Due comuni denominatori accomunano tutte queste personalità:  sono tutti italiani e, almeno una volta, sono stati ritratti sulla copertina del celebre Time!

Giovanni Agnelli uomo copertina del Time

A pochi giorni dall’ anniversario della morte, avvenuta il 24 Gennaio del 2003,  scatta un’ altra ricorrenza: l’ imprenditore torinese, infatti, esattamente 47 anni fa finiva sulla copertina del famoso settimanale.

A procurargli questo onore fu la capacità con la quale l’ avvocato stava guidando la Fiat, e l’ Italia, verso un periodo florido e di crescita economica.

Erano periodi in cui la parola crisi era una semi-sconosciuta ,l’ industria automobilista non conosceva  “cassaintegrazione e licenziamenti”, il paese stava  uscendo dalla fase di ricostruzione del secondo dopo guerra; per lanciarsi in una crescita considerevole tanto da guadagnarsi l’ appellativo di “miracolo economico”.

In un periodo in cui le masse del bel paese si stavano motorizzando,  incarnando in qualche modo, il sogno di benessere e di modernità, Giovanni Agnelli rendeva al meglio quell’ idea dell’ Italia che rinasce, competitiva ed ambiziosa, pronta per diventare un grande paese moderno.

Giovanni Agnelli uomo copertina del Time
Giovanni Agnelli uomo copertina del Time

 

Correlato:  Le "nuove" 5 sterline sono made in Piemonte

Per Torino questo fu fondamentale: La Fiat cresceva senza sosta, molti immigrati lasciavano le terre del sud Italia per trasferirsi a lavorare nelle fabbriche torinesi, la città stava cambiando volto.

Da ex-capitale politica a capitale industriale: un passaggio difficoltoso e complicato, ma che stava trasformando la città per sempre, creando nuovi quartieri, nuove attività e un nuovo “torinese”: figlio di tutta Italia.

“Industrialists as heroes”: questo il sottotitolo che accompagnava la foto di copertina; questo il motivo della pubblicazione in prima pagina; questo per cui l’ avvocato incarna la rinascita: era l’ Italiano più rappresentativo del paese nel mondo, quasi un ambasciatore, un testimone, di quanto stesse succedendo all’ interno dei confini nazionali.

Uomo dell’ anno: come abbiamo visto in molti hanno avuto il privilegio di essere immortalati nella più famosa delle copertine, ma solo in pochi hanno incarnato nel proprio volto milioni di italiani; e Giovanni Agnelli era uno di questi.

 

Alessandro Rigitano

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here