Home Urbanistica Un canale sotterraneo per ripulire la pioggia che cade in città

Un canale sotterraneo per ripulire la pioggia che cade in città

1
SHARE
Un canale sotterraneo per ripulire la pioggia che cade in città
Un canale sotterraneo per ripulire la pioggia che cade in città

Secondo i progetti, sarà 12 lungo chilometri, largo circa 3, 5 metri, correrà a venti metri sotto la città e costerà intorno ai 150 milioni di euro
Servirà a depurare le “prime piogge”, quelle che, come abbiamo visto in questi primi giorni dell’anno, cadono a seguito di un lungo periodo di siccità e puliscono l’aria dagli agenti inquinanti accumulati.

Ad oggi, il sistema fognario di Torino confluisce in un canale collettore che corre parallelo al corso del Po, ed è unico per tutta la città, dalla Stura fino a Moncalieri: il secondo canale dovrebbe seguire quello già presente, ma ad alcuni isolati di distanza, passando sotto il centro città.

L’opera di cui parla la Smat è in programma già da anni, ma fino ad ora non si era mai riusciti a far partire i lavori.

Il metodo di pulizia delle acque prevede vari livelli di filtraggio, da quello grezzo a quello del trattamento biologico che si effettua con l’utilizzo dei cosiddetti “batteri spazzini”.

Anche in assenza del secondo canale, tutto rimane sotto controllo perché l’impianto torinese può filtrare acque per un’area dove vivono fino a tre milioni di persone, per cui attualmente non si trova in difficolta a causa degli effetti della pioggia dopo la siccità: “Quello che abbiamo in progetto di fare – come afferma l’ amministratore delegato di Smat – è, se vogliamo, un ricamo finale a un sistema che nelle sue strutture di fondo è già funzionante “.

Si tratterebbe di una grande opera in grado di salvaguardare la salute degli abitanti di una città che va via via crescendo in popolazione ed importanza.

Correlato:  Torino, il Parking Cernaia è quasi pronto: oltre 400 posti disponibili

 

Francesco Esposito

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here