Home Innovazione Lo sharing si allarga ancora: in primavera auto elettriche e scooter

Lo sharing si allarga ancora: in primavera auto elettriche e scooter

14
SHARE
sharing:ecco le novità
sharing:ecco le novità

Che a Torino lo sharing, nuova frontiera della mobilità sostenibile, abbia avuto un successo abbastanza consistente no è notizia di oggi.

Le società che gestiscono le automobili condivise, Car2go ed Enjoy, sono mesi che snocciolano numeri interessanti, ma non sono solo loro a cantare vittoria.

Anche lo condivisione di biciclette, l’ ormai famoso ToBike, continua ad aumentare i propri iscritti e con essi anche  le piazzole dove lasciare le biciclette gialle si distribuiscono sempre in modo capillare in tutta la città.

Ma non finisce qui: sull’ onda dello straordinario successo avuto con le Fiat 500 rosse, la società di noleggio condiviso che dipendente dal colosso energetico, ha deciso di lanciare entro questa primavera un nuovo servizio: lo sharing degli scooter.

Il servizio è già attivo a Milano e, proprio come nella città meneghina, la società ha deciso di adottare lo stesso mezzo già in uso nel progetto pilota: si tratta del Piaggio Mp3, veicolo a basso impatto ambientale e molto più sicuro dei normali scooter poiché sfrutta il sistema a sospensioni variabili a 3 ruote, il che lo rende molto più stabile dei propri “cugini”.

sharing:ecco le novità

La dotazione che Enijoy offre ai propri mezzi consiste in 2 caschi riposti nel sottosella con tanto di cuffia protettiva e igienica; i costi, facendo riferimento a quanto accade a Milano, sono più elevati rispetto alle auto trattandosi di 0.35 Euro al minuto.

Per il resto stesse condizioni che si hanno come quando si usufruisce del servizio “500”: applicazione con cui si ricerca il veicolo, autentificazione, pin, e sblocco della chiave con la quale si può partire.

Ma non solo: è notizia di queste ultime settimane che le auto elettriche di Bollorè dovrebbero scorrazzare sotto la Mole entro breve tempo portando in dotazione una serie di colonnine elettriche (circa 200 a pieno regime) a disposizione dello sharing, ma anche dei privati cittadini; operazione che renderà Torino una delle prima città in Italia ad avere un servizio di questo tipo.

Correlato:  Smart City, anche per il Commercio

sharing:ecco le novità

Lo sharing elettrico arriverà a Marzo con le prime 15 vetture e 30 colonnine di ricarica , seguendo il piano del Comunale che prevede entro il 2017 il pieno regime del servizio.

Ricordiamo inoltre che il Comune fu l’ apripista, circa una decina di anni fa, dello sharing portando in città le auto di “IoGuido” ancora presenti sul suolo cittadino.

Enjoy,  Car2go,  Bollorè, ToBike, Enjoy scooter:  Torino è sempre più all’ avanguardia per il trasporto intelligente e green, segno che ecologia e risparmio possono andare a braccetto, e che i torinesi lo hanno capito bene.

 

Alessandro Rigitano

 

Seguici su Facebook

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here