Home Urbanistica Una nuova vita per il quartiere Aurora

Una nuova vita per il quartiere Aurora

107
SHARE

L’area del quartiere Aurora, delimitata tra i corsi Vigevano, Novara, Principe Oddone, via Bologna e la Doria Riparia, sarà oggetto di un ampio progetto di riqualificazione frutto di una delibera recentemente approvata dalla giunta comunale.

«Il provvedimento si pone nell’ottica di proseguire il ciclo di politiche di rigenerazione urbana sul quartiere Aurora, caratterizzato da un tessuto sociale particolarmente debole e fragile che necessita di interventi sullo spazio pubblico e finalizzati a una maggiore integrazione», ha spiegato l’assessore all’urbanistica e pianificazione strategica Stefano Lo Russo.

L’intervento più significativo riguarda il potenziamento dell’azione educativa nelle scuole, come sostegno sociale da affiancarsi alla rigenerazione urbana, al fine di rendere la comunità locale partecipe e attiva. È inoltre previsto uno specifico piano di assistenza alle famiglie dello stabile di via Cuneo, con l’obiettivo di creare occasioni di incontro e di solidarietà di vicinato, attraverso la mediazione culturale, la gestione creativa dei conflitti, l’ascolto attivo e il lavoro di prossimità sui più fragili.

 

Torino - Una nuova vita per il quartiere Aurora

Altri due interventi riguardano l’ambito socio-economico: attraverso l’utilizzo del lavoro accessorio necessario per attuare le previste azioni sociali, si interverrà sulle condizioni reddituali e d’inserimento di alcuni abitanti del quartiere, cui si aggiunge un servizio di accompagnamento all’imprenditoria. Grande attenzione anche alla promozione di attività culturali e sportive, con iniziative rivolte soprattutto a giovani di età compresa tra i 14 e i 34 anni.  Sotto il profilo edilizio, l’ipotesi progettuale prevede il recupero fisico e funzionale delle “Ex Officine Comunali”, già oggetto di parziale restauro negli anni 2000 e oggi sede dell’HUB multiculturale “Cecchi Point”.

Le scelte progettuali, che comprendono la realizzazione di un nuovo ingresso per collegare la corte interna con la via pubblica, consentiranno di ottenere spazi idonei a un maggior numero di attività, per il ritrovo, l’accoglienza, svariate forme artistiche e motorie, laboratori artigianali, un campo sportivo polifunzionale e una sala spettacoli.

Correlato:  Autovelox fissi a Torino: non ne verranno posizionati di nuovi

È inoltre prevista la sistemazione dello spazio pubblico tra via Cigna e via Cecchi, attuando soluzioni che restituiscano più spazio ai pedoni; saranno infatti ridisegnate le banchine pedonali in corrispondenza degli incroci, costruendo un percorso sicuro e immediatamente riconoscibile. Per la viabilità locale, poi, si sta lavorando alla progressiva trasformazione della spina centrale che si sviluppa sopra il passante ferroviario; la nuova viabilità sarà in grado, in tempi brevi, di assorbire gran parte del traffico di attraversamento nord-sud che attualmente è concentrato lungo via Cigna.

Si promuoverà infine un coordinamento con il programma “Torino a Led” per il rinnovo dell’impianto di illuminazione pubblica.

 

Manuela Marascio

 

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here