Home Territorio Le residenze Sabaude come i Castelli della Loira?

Le residenze Sabaude come i Castelli della Loira?

8
SHARE

Che le residenze sabaude torinesi siano un vero e proprio gioiello è risaputo.

Le residenze Sabaude come i Castelli della Loira?

Ma adesso Torino le vuole valorizzare ulteriormente, pensando per loro un piano comune di promozione turistica. Un desiderio, un progetto, ma forse qualcosa in più: Racconigi, Agliè, Villa della Regina, la palazzina di caccia di Stupinigi, il Borgo Castello della Mandria, il castello di Moncalieri, il Polo Reale, il Museo di Rivoli stanno meditando e progettando, appunto, di fare sistema, insieme alla Reggia di Venaria,  pensando a iniziative condivise per la valorizzazione, anche grazie a collegamenti diretti dei mezzi pubblici.

L’obiettivo, insomma, è di creare una sorta di circuito delle residenze reali, e questo obiettivo è stato sancito da un protocollo d’intesa per la valorizzazione delle residenze reali sabaude, sottoscritto dal Ministero dei beni culturali e dalla Regione Piemonte e al quale hanno aderito il Comune e la Compagnia di San Paolo, fin dal luglio scorso.

Il documento porta le firme del presidente della Giunta regionale Sergio Chiamparino e del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, e prevede come capolista la Venaria Reale.

Le residenze Sabaude come i Castelli della Loira?

Marketing, comunicazione, promozioni di eventi, collegamenti infrastrutturali e servizi alberghieri: questo l’obiettivo, ambizioso. “Un piano primario e strategico”, come è stato definito dall’assessore regionale alla cultura e al Turismo  Antonella Parigi e il direttore Mario Turetta del Consorzio La Venaria Reale, oltre che l’assessore comunale alla promozione culturale Maurizio Braccialarghe.

A.bes.

(Seguici su Facebook)

Commenti

Correlato:  Lavoro, Mondo Juve riceve oltre 2mila curriculum per 130 posti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here