Home Cronaca di Torino Torino, una bellezza da calendario

Torino, una bellezza da calendario

1
SHARE

Torino viene ancora una volta premiata per la sua bellezza naturale e questa sul calendario dell’Arma dei Carabinieri per l’anno 2016.

Inutile specificare che lo scorcio prescelto per l’operazione è la nostra meravigliosa Mole Antonelliana, simbolo della città e soggetto preferito nelle fotografie dei turisti e dei residenti.

I mesi in cui il monumento apparirà saranno quelli di marzo e agosto 2016 e l’intero calendario seguirà la tematica dell’amore per l’arte e per la pittura.

La scelta di includere Torino e il suo monumento più rappresentativo è stata molto apprezzata, anche dal Comandante Provinciale dell’Arma stesso, Arturo Guarino, il quale ha riconosciuto alla città il merito di aver visto nascere l’Arma stessa nel lontano 1814 per volere di Vittorio Emanuele I di Savoia.

Il calendario è già stato stampato in più di un milione di copie e le opere d’arte che accompagnano lo scorcio della Mole Antonelliana sono rispettivamente, Aristide Bruand con la ballerina di Toulouse-Lautrec a marzo e La tentazione di Sant’Antonio di Salvador Dalì ad agosto.

La Mole, sullo sfondo di entrambe le rappresentazioni artistiche, sembra sorridere sorniona e dare un tocco di stile a questo coloratissimo racconto della storia d’Italia.

Il calendario 2016 “I Carabinieri e le arti”, sembra quindi aver voluto omaggiare la città da cui la storia dell’Arma ha avuto inizio, insieme a quella dell’Italia che conosciamo.

Francesca Palumbo

Commenti

Correlato:  La Cavallerizza (ir)Reale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here