Home Ambiente Premiata a Roma la raccolta differenziata torinese

Premiata a Roma la raccolta differenziata torinese

2
SHARE

La Città Metropolitana di Torino è stata recentemente premiata a Roma nel corso della presentazione del V Rapporto Banca Dati Anci-Conai su raccolta differenziata e riciclo dei rifiuti: “Un ente virtuoso che nel 2014 ha superato, con ben 6 anni di anticipo, l’obiettivo UE fissato per il 2020 del 50% di avvio a riciclo dei rifiuti urbani”: questa la motivazione che gratifica l’impegno portato avanti dalla nostra città.

Ben 3141 le amministrazioni pubbliche locali che hanno raggiunto l’obiettivo “2020” stabilito dalla direttiva europea del 1998 (il 40% in più rispetto al 2013): fra questa, Torino si è classificata al secondo posto fra le new entry nella sua classe demografica, con il 50,50% di rifiuti avviati a riciclo.

Premiata a Roma la raccolta differenziata torinese

 

“Tutti indicatori – ha spiegato il delegato Anci ad Energia e Rifiuti, Filippo Bernocchi – che mettono in luce come l’Italia sia un sistema virtuoso che non solo non ha niente da invidiare agli altri paesi ritenuti a torto migliori, ma che oggi costituisce un modello da imitare a livello europeo”. Per quanto riguarda la situazione più critica presente al Sud, Bernocchi ha aggiunto: “Nel meridione assistiamo a una condizione di crisi strutturale, ma anche lì iniziano a vedersi segni di miglioramento, Quella attuale è un’Italia pronta a cogliere la sfida del passaggio da un’economia lineare a un’economia circolare, un Paese nel quale molti Comuni hanno già sviluppato un’industria del riciclo efficiente che ha trasformato i rifiuti in una reale opportunità di sviluppo per i territori”.

“Un riconoscimento che ci riempie di legittima soddisfazione – ha commentato il vicesindaco della Città metropolitana di Torino Alberto Avetta – perché premia l’impegno del nostro ente, ieri nelle vesti di Provincia di Torino e oggi in quelle di Città Metropolitana, nel promuovere da oltre dieci anni la raccolta differenziata sia dal punto di vista quantitativo e qualitativo. Crediamo che l’obiettivo europeo di puntare a massimizzare il riciclo di materiale sia la sfida da perseguire nei prossimi anni”.

Correlato:  Torino: Amiat regala "mozzichini" contro le cicche su strada

 

 

Manuela Marascio

 

 

Commenti

SHARE
Previous articleDa sosta a sosta, il Toro non vince più
Next articleParco Ruffini, restyling in arrivo
Sono nata nel 1991, ma ho un animo vintage in cui alberga l'eterna nostalgia per epoche passate e mai vissute. La mia laurea in Lettere moderne certifica su un pezzo di carta un'innata passione per la parola scritta, potentissimo strumento di comunicazione nel quale ho sempre creduto. Attualmente scrivo per cartacei e web magazines e mi sono messa in gioco come copywriter nel magico mondo del SEO.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here