Home Urbanistica I torinesi promuovono la nuova Torino

I torinesi promuovono la nuova Torino

2
SHARE
Torino Meteo sotto la Mole, temperature in calo e piogge
Torino Meteo sotto la Mole, temperature in calo e piogge

Per 2 torinesi su 3, Torino è una città che negli ultimi anni si è trasformata in modo positivo. È questo il risultato più significativo che emerge dalla ricerca realizzata per Urban Center Metropolitano, a 20 anni dall’approvazione del Piano regolatore e dall’avvio della grande trasformazione.

I risultati saranno il punto di partenza del dibattito Tra piano e trasformazione, Torino al futuro che si terrà sabato 7 novembre alle 16,30 presso la ex Caserma De Sonnaz (via Avogadro 13), sede di una serie di appuntamenti dedicati all’anniversario del PRG.

In questa occasione si confronteranno direttamente i tre Sindaci che hanno animato la trasformazione, Valentino Castellani, Sergio Chiamparino e Piero Fassino. Insieme a loro alcuni protagonisti della vita della città che, in tre minuti a testa, dovranno argomentare il loro punto di vista sulla Torino del recente passato e del prossimo futuro. Attesa la presenza di Augusto Cagnardi, che nel 1995, insieme a Vittorio Gregotti firmò il nuovo volto di Torino.

caserma de sonnaz

“Conoscenza, cultura, innovazione tecnologica: le nuove vocazioni della Città sono alcuni tra gli elementi fondamentali che hanno contribuito a disegnare la nuova Torino e su cui dobbiamo continuare ad investire” sottolinea Stefano Lo Russo, Presidente di Urban Center Metropolitano, che prosegue “I cittadini torinesi considerano fondamentali per il futuro di Torino la mobilità pubblica, la ricerca e l’istruzione e la disponibilità della rete. In particolare gli interventi più attesi sono la linea 2 della metropolitana, una rete wifi pubblica e gratuita, nuove piste ciclabili e aree pedonali, il potenziamento dei siti universitari”.

Dai risultati emerge una percezione largamente positiva della nuova Torino, con un particolare apprezzamento per l’offerta culturale, subito seguita dalla vivibilità complessiva della città.
Anche la vita notturna è giudicata positivamente, con un gradimento significativo da parte di 2/3 dei cittadini. Interessante anche il dato sui grattacieli, apprezzati da oltre il 50% degli intervistati. Giudizio quasi unanime infine per la pedonalizzazione delle piazze, che riscuote l’80% dei consensi, superato solo dalla metropolitana, che raggiunge l’85%.

Correlato:  Expo 2015: dismissioni Comunali per migliorare il look di Torino ?

I cittadini intervistati appaiono invece divisi nei giudizi su temi come i nuovi quartieri, la sicurezza della città e l’integrazione degli immigrati.

Particolarmente apprezzate anche la sistemazione dei corsi (Spina 1), Porta Susa e Porta Palazzo (Spina 2), l’offerta commerciale e la riqualificazione delle aree ex industriali (Spina 3), le nuove piazze pedonali (Centro storico) e la zona del nuovo Stadio Olimpico.
Tra le criticità gli intervistati evidenziano soprattutto la mancanza di parcheggi (Spina 1, Spina 3, Centro storico e luoghi olimpici) e la manutenzione degli spazi pubblici (Centro storico e Asse del Po).

Tutti segnali che indicano un’altra Torino proiettata con dinamismo verso il futuro.

 

Roberto Mazzone

Commenti

SHARE
Previous articleMercatino Italo-Tedesco in piazza Solferino fino al 22 novembre
Next articleVignette e sport al Consiglio Regionale
Laureato in Scienze della comunicazione con un Master in Informazione, New Media e comunicazione plurimediale, conseguito nel 2012. Giornalista pubblicista, grande appassionato di teatro, inizia a frequentarlo come spettatore, e dal 2003 in qualità di operatore dell’informazione e critico teatrale, collaborando con numerose testate e webzine di settore, specializzandosi soprattutto nel teatro musicale. Giornalista pubblicista, è inoltre membro dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro e fa parte della giuria di PrIMO, il Premio italiano per il musical originale, ideato da Franco Travaglio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here