Home Enogastronomia Ai Docks Dora la presentazione ufficiale del futuro Museo del Vermouth

Ai Docks Dora la presentazione ufficiale del futuro Museo del Vermouth

14
SHARE

I Docks Dora protagonisti di una settimana di iniziative per promuovere un esclusivo progetto in fase di definizione: l’apertura del  Museo del Vermouth prevista nella prossima primavera. Un luogo pensato per valorizzare un’eccellenza piemontese nata nel 1786 e conosciuta in tutto il mondo, sostenendo un programma di cultura condivisa del bere responsabile e consapevole.

I Docks Dora sono una traccia tangibile della storia industriale di Torino all’interno del quartiere Barriera di Milano. Inaugurato nei primi anni del Novecento, dagli anni Sessanta il complesso dismesso è stato ripensato per accogliere eventi culturali e attività commerciali di vario genere.

Fino agli anni Ottanta si è contraddistinto proprio come centro propulsore della produzione di vermouth di pregiatissima qualità, ospitando nomi celebri del settore, da Mulassano ad Adamo Levi, da Radicati a Occhetti. Una tradizione che, rinnovatasi nel corso degli anni, ha mantenuto alti il prestigio e la fama dell’invenzione firmata  da Benedetto Carpano nel XVIII secolo, che ideò una versione locale di quel vino liquoroso tanto apprezzato in Europa, soprattutto quello di importazione portoghese, immancabile nei salotti borghesi, con il suo gusto dolce e accattivante.

La mistura torinese prevedeva l’utilizzo di vini giovani di alta gradazione con l’aggiunta di erbe aromatiche e amaricanti (il termine, infatti, deriva dal tedesco “vermut”, che indica la pianta di artemisia). Il successo fu immediato e ben presto il liquore si diffuse in tutta Europa.

Torino-Ai Docks Dora la presentazione ufficiale del futuro Museo del Vermouth

Negli ultimi anni il Vermouth è tornato di moda: lo testimonia la nascita di nuovi stabilimenti e nuove micro fabbriche, oltre a una nuova cultura diffusa e l’attenzione di tutti i migliori barman a livello internazionale. Dal 19 al 23 ottobre ai Docks Dora di via Valprato 68 sono stati programmati alcuni eventi per presentare il Vermouth Museum, promosso dell’Associazione Saperebere e della neonata Associazione per la tutela e la valorizzazione del vermouth di Torino.

Correlato:  Torino Cocktail Week: ecco i dettagli dell'evento!

Lunedì 19 e martedì 20 Fulvio Piccinino, un vero esperto della storia del bere e della cucina futurista, ha tenuto il seminario “Esperienza Vermouth”; giovedì, a partire dalle 18.30, in un un aperitivo musicale organizzato dal locale Affini di San Salvario si son potuti degustare differenti vermouth torinesi e cocktail realizzati con questo prodotto; a seguire, visita della vecchia fabbrica di vermouth, riaperta al pubblico per l’occasione; venerdì 23, infine, la festa conclusiva “È l’ora dei Docks”, con il Dj Set di Giorgio Vallette.

 

 Torino-Ai Docks Dora la presentazione ufficiale del futuro Museo del Vermouth

Attendiamo quindi che il progetto diventi realtà, regalando alla città un nuovo spazio dedicato alla cultura enogastronomica.

Il percorso museale ripercorrerà la storia del vino liquoroso, esponendo oggetti, pubblicità d’epoca e foto di macchinari per la produzione; uno spazio sarà riservato alla biblioteca, per raccogliere libri e testi che hanno trattato l’argomento. Il giardino del vermouth, inoltre, punterà l’attenzione sulle materie prime, allineando le piante utilizzate in produzione a una teca di erbe e spezie pronte per la lavorazione.

Sarà anche presente un laboratorio che esemplificherà tale processo; alla formula interattiva si accompagnerà un intento didattico e formativo, con corsi dedicati a giovani barman, seminari e degustazioni con esperti del settore, per professionisti e amatori.

 

 

Manuela Marascio

 

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here