Home Urbanistica Piazza Baldissera, restauro in vista?

Piazza Baldissera, restauro in vista?

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Un argomento discretamente controverso che negli ultimi anni è stato al centro dei malumori dell’opinione pubblica torinese, è stato senz’altro quello dei lavori del Passante Ferroviario. L’opera, che si proporrebbe di collegare piazza Statuto e piazza Baldissera, negli anni si è dimostrata un gigante “work in progress” senza una fine effettiva.

Al di là delle perplessità dei residenti del suddetto tratto di città e dei giovani e giovanissimi che nemmeno saprebbero descrivere l’aspetto originario di piazza Statuto prima dei lavori, ci soffermeremo oggi sulle condizioni della piazza di arrivo, ossia quella dedicata al Generale Baldissera.

I quattro lotti su cui il passante ferroviario si svilupperà, nonostante siano oggetto di continui lavori e modifiche, non saranno la risposta per la riqualificazione di piazza Baldissera: sarà infatti un nuovo spazio, un quinto lotto, a salvare la controversa piazza.

Il famigerato quinto lotto dovrebbe andare a estendersi dalla suddetta piazza fino a corso Grosseto, andando finalmente a migliorare la viabilità e l’estetica di una zona martoriata da anni di lavori e modifiche inconcludenti.

I fondi per portare a termine questi lavori verrebbero estrapolati da quanto risparmiato per il Passante Ferroviario grazie ai ribassi di gara capitati ai primi quattro lotti; i lavori inizierebbero così a partire da giugno 2016, dopo la sistemazione di corso Principe Oddone.

Correlato:  Strisce blu, a Torino non si pagheranno per dodici giorni da metà mese: sospesa anche la Ztl

Il Ministero delle Infrastrutture, dal canto suo, si riunirà ora alla fine del mese di ottobre per decidere se approvare o meno l’utilizzo di questi fondi allo scopo di riqualificare la piazza.

Secondo il progetto, peraltro già pronto, la piazza perderà la sua storica rotonda per fare spazio a un complesso di incroci regolati da semafori, piste ciclabili e un maggiore spazio di manovra verso corso Vigevano e verso il centro città.

La zona dove si trova la piazza ad oggi appare “vecchia”, appesantita e degradata, ma se il progetto andasse in porto, oltre ad essere un bel risparmio, rappresenterebbe l’ennesima opera di riqualificazione intelligente della città di Torino.

In attesa che i lavori del famoso Passante Ferroviario giungano ad un epilogo effettivo, aspettiamo a prossima estate per vedere che ne sarà di piazza Baldissera.

Francesca Palumbo



Commenti

SHARE