Home Arte Dal 2/10 Torino diventa di nuovo impressionista: arriva Monet (come non l’avete...

Dal 2/10 Torino diventa di nuovo impressionista: arriva Monet (come non l’avete mai visto prima)

14
SHARE

Come ogni anno, inizia l’autunno caldo e propositivo delle mostre a Torino.

A differenza degli scorsi anni, possiamo dire che per merito dell’ostensione della Sindone e in parte alla vicinanza con Expo, l’offerta culturale torinese è sempre stata all’altezza dei molti turisti che hanno popolato la città.

Ma come succede da qualche anno ormai, ottobre è il mese che vedrà un nuovo grande evento.

Prosegue infatti la collaborazione tra la Città di Torino e il Musée d’Orsay ed ecco che quindi nel 2015 andrà in scena il più famoso – oltre che il primo – degli impressionisti ovvero Monet.

Dal 2 ottobre Torino diventa di nuovo impressionista: arriva Monet ( come non l'avete mai visto prima

 

Tutto è iniziato nel 2012 con la prima grande mostra dedicata a Degas, proseguita nel 2013 con Renoir – del quale ci si ricorda il grande successo e le code kilometriche tanto da richiedere l’intervento della protezione civile a supporto dei visitatori in attesa – e nel 2015, sempre alla GAM, si rinnova questo asse Torino-Parigi, con una straordinaria esposizione dedicata a Claude Monet, tra i protagonisti, con Manet, Pissarro, Sisley, Cézanne e dei già citati Degas e Renoir, della grande stagione dell’Impressionismo francese, tra gli anni Ottanta dell’Ottocento e il primo ventennio del Novecento.

In fondo noi eravamo stati quasi dei preveggenti, ma diciamo che era una
notizia che negli ultimi anni si era rincorsa parecchio fino alla conferma di qualche mese fa.

Il famoso museo parigino, che conserva la collezione più importante dell’opera dell’artista, ha concesso per quattro mesi oltre quaranta capolavori, per dare vita a una speciale rassegna che documenta l’attività del maestro, testimoniando i momenti più significativi e le svolte che, partendo dagli esordi, hanno portato l’artista a essere considerato il padre dell’Impressionismo.
Dal 2 ottobre 2015 alla fine di gennaio 2016, la mostra sarà allestita al primo piano della GAM, nella sala dell’Exhibition Area, all’interno del percorso delle collezioni permanenti.

Correlato:  5xmille: la solidarietà che passa dalle tasse.

 

Dal 2 ottobre Torino diventa di nuovo impressionista: arriva Monet ( come non l'avete mai visto prima

A rendere la mostra di eccezionale interesse è la concessione di prestiti di diverse opere mai prima presentate in Italia: un esempio su tutti è quello del grande frammento centrale de Le déjeuner sur l’herbe, opera capitale nel percorso di Monet per la precoce affermazione di una nuova, au
dace concezione della pittura en plein air e come passaggio cruciale per giungere all’Impressionismo.

I due curatori – un parigino e una torinese – per meglio contestualizzare le opere e il percorso pittorico dell’artista hanno selezionato due prestigiosi nuclei di dipinti che documentano i luoghi che accolsero le fasi decisive della sua ricerca, da un lato gli studi dei riflessi della luce sull’acqua ad Argenteuil, dall’altro quelli legati al soggiorno di Vétheuil, che riprendono nello studio della resa luminosa della neve.

L’esposizione consentirà dunque di mettere a fuoco alcuni tratti decisivi della complessa evoluzione del percorso artistico di Monet, evidenziando la varietà e qualità della sua tecnica pittorica, concentrando lo sguardo su temi e innovative soluzioni che ne fanno il padre indiscusso dell’arte moderna.
Insomma un grande evento che come tutti gli anni attirerà turisti, torinesi e piemontesi che amano la pittura impressionista o che approfitteranno dell’occasione per sentirsi a Parigi per un pomeriggio.

Aspettiamo quindi con attenzione di vedere l’allestimento e goderci le opere.

 

Per informazioni: Gam Torino

Giulia Copersito

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here