Home Cronaca di Torino Venezia scopre Torino: in mostra le fotografie di Valerio Minato

Venezia scopre Torino: in mostra le fotografie di Valerio Minato

9
SHARE
Venezia scopre Torino: in mostra le fotografie di Valerio Minato
Venezia scopre Torino: in mostra le fotografie di Valerio Minato

Venezia è una delle città più belle del mondo ed è universalmente riconosciuta per il suo particolare fascino nonostante i milioni di turisti ogni anno.
Il suo fascino rimane immutato nonostante il via vai di trolley e di navi da crociera.

venezia

Cosa c’entra tutto questo con Torino? Certamente anche Torino ha il suo fascino ma il legame sembra alquanto strano.

Ma un motivo c’è di questo connubio: dal 14  fino al 21 settembre, alla Galleria Melori & Rosenberg nel ghetto ebraico della città lagunare, è possibile visitare una mostra fotografica dedicata interamente a Torino.

Il fotografo è Valerio Minato. L’artista, originario di Biella, si è trasferito a Torino nel 2006 e da allora è iniziata la sua storia che vede la città sabauda come sua fonte di ispirazione primaria.

Minato si fa riconoscere per i suoi progetti fotografici su varie pagine web e attraverso un calendario dedicato a Torino, riscuotendo molti consensi.

Ha avuto poi la possibilità di farsi riconoscere e mostrarsi in vari contesti torinesi, in locali e ha partecipato per la prima volta all’edizione 2014 di Paratissima.

alpi

 

Ma questa volta, attraverso i suoi scatti – con tramonti sulle Alpi, nuvole minacciose sulla Mole o la neve che incornicia le Residenze Sabaude, palazzi strade e tram– diventa un ulteriore ambasciatore della bellezza del capoluogo piemontese anche in un’altra cornice.

Il titolo emblematico della mostra “Torino Mon Amour” non lascia dubbi: una storia d’amore tra Torino e coloro che la scoprono che è iniziata e continuerà, anche dopo aver ammirato queste immagini di cui è stata data un’anteprima sulla seguitissima pagina Facebook del fotografo.

Valerio Minato ha l’occasione di poter esporre le sue opere nel contesto veneziano grazie all’incontro con Donatella Bedello Melori, direttrice della galleria e torinese d’origine.

Correlato:  Sorpresa: la montagna si sta ripopolando

La galleria, la prima aperta nel Ghetto, è attiva da venti anni all’interno del quartiere ebraico, nel Campo del Ghetto Nuovo e in occasione del ventesimo compleanno della galleria che Donatella ha voluto portare una mostra fotografica della sua città d’origine in laguna.
L’esposizione ha ricevuto il Patrocinio del Comune di Torino.

Torino Mon Amour
Galleria Melori & Rosenberg
Cannaregio 2919, Campo del Ghetto Novo – Venezia
La mostra è visitabile dal 13 al 21 Settembre 2015 dalle 10 alle 17.

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here