Home Musica Sonia Belforte a Torino in un viaggio metaforico tra sorriso e tradizione

Sonia Belforte a Torino in un viaggio metaforico tra sorriso e tradizione

2
SHARE
Sonia Belforte

Sonia Belforte è in scena giovedì 30 luglio alla Cascina Roccafranca di Torino (via Rubino 45 – ingresso libero) con “Me voy a Europa”. Tra racconti umoristici e canzoni tradizionali l’attrice trascina il pubblico in un vortice di ricordi e aneddoti, accompagnata dal vivo dalle musiche di Luca Zanetti alla fisarmonica e la stessa Belforte alla chitarra.
Narra se stessa, la sua storia di italiana in Argentina e di argentina in Italia.

Lasciata Buenos Aires, infatti, l’attrice parte verso il Belpaese, patria dei genitori emigrati dopo la Seconda guerra mondiale. Rincorre il suo futuro vivendo sempre in bilico tra la vastedad de la Pampa e i vigneti del Monferrato.

Una perenne crisi di identità, la sua, vissuta, però, sempre con il sorriso. Tra luoghi comuni (come quello di sapere ballare il tango solo perché argentini), parole a doppio senso si dispiega così un divertente monologo.

Sonia Belforte
Sonia Belforte

Da una parte c’è l’Argentina con Buenos Aires che è come una bellissima donna piena di contraddizioni, ma accogliente. Dall’altra c’è l’Italia, terra delle origini, luogo dove poter esprimere la propria libertà. Al centro del palco una donna ormai integrata, che sa di appartenere non a una nazione, ma all’umanità.

“Me voy a Europa” è la storia di un viaggio metaforico, quello della vita. L’importante è intraprendere il viaggio con tutto ciò che comporta: sorprese, emozioni, anche delusioni.

Molteplici canzoni della tradizione sudamericana (da “Gracias a la vida” a “La maza”) accompagnano la narrazione, ricca di profondi significati.

La passione, l’energia, il carisma dell’artista trasmettono al pubblico un messaggio fondamentale: ognuno porta con sé nel proprio bagaglio un dono unico e irripetibile; a ciascuno il dovere di scoprirlo e tramandarlo all’umanità.

Correlato:  I Muse "schiaffeggiano" Torino

Info: Assemblea Teatro, tel . 011 3042808

Roberto Mazzone

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here