Home Innovazione Ubo: il modo migliore per evitare gli sprechi alimentari.

Ubo: il modo migliore per evitare gli sprechi alimentari.

0
SHARE
Piemonte Ubo: il modo migliore per evitare gli sprechi alimentari.
Piemonte Ubo: il modo migliore per evitare gli sprechi alimentari.

Il cibo è una risorsa importante e Ubo, l’applicazione realizzata in maniera congiunta da Regione Piemonte e Regione Autonoma della Valle d’Aosta, risponde all’esigenza di non sprecarlo.

Quest’applicazione infatti fornisce consigli e informazioni su come, dove e per quanto tempo conservare gli alimenti, ma anche su quali siano le giuste porzioni e dunque su quanto cibo dover acquistare e cucinare; a corredo notizie sulla stagionalità, spigolature sulle origini storiche e geografiche degli alimenti, ricette antispreco e infine la possibilità di comporre la “lista della spesa” su mobile.

Il target di quest’iniziativa è costituito principalmente dai nativi digitali, le nuove generazioni infatti hanno subito un impoverimento per quanto riguarda tutti quei saperi tradizionali necessari, in questo caso, a gestire nella maniera più efficiente possibile il cibo.

Piemonte Ubo: il modo migliore per evitare gli sprechi alimentari.

 

È unanimemente riconosciuto appunto che la non corretta conservazione delle pietanze, da quelle cotte a quelle crude, per passare a quelle preconfezionate e sfuse, costituisca una delle cause principali degli sprechi alimentari in ambito domestico.

Questo perché conservare male significa compromettere la bontà del cibo e dunque non poterlo più consumare.

Le due Regioni si sono affidate all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta (che, ai tempi della “mucca pazza”, ha dimostrato di saper gestire l’emergenza alimentare) per formare un database affidabile e autorevole, vista la delicatezza delle questioni trattate. Il risultato è un’applicazione, totalmente gratuita, che analizza oltre 500 alimenti e il modo migliore per conservarli.

Luca Margaglione

(Seguici su Facebook)

Commenti

Correlato:  A Santa Rita il WiFi è free!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here