Home Cronaca di Torino Presentata a Torino la “Carta dei diritti del cittadino nei rapporti con...

Presentata a Torino la “Carta dei diritti del cittadino nei rapporti con il notaio”

3
SHARE

-La Carta dei Diritti del cittadino nei rapporti con il nostaio – presentata a Torino nei giorni scorsi – è un progetto del Consiglio Nazionale del Notariato insieme a dieci associazioni dei consumatori – Adiconsum, Adoc, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori – per far conoscere le garanzie offerte dal notaio nell’esercizio della sua funzione pubblica, informare il cittadino dei suoi diritti a tutela dei suoi beni e rendere trasparente e facilmente comprensibile una professione complessa come quella del notaio.

La carta dei diritti, presentata in contemporanea a livello nazionale e nei Consigli Notarili Distrettuali, è disponibile come brochure e poster in tutti gli studi notarili, nelle sedi delle associazioni dei consumatori e scaricabile online dal sito www.notariato.it

La carta si compone di varie sezioni: le garanzie offerte dalla prestazione del notaio -riconosciute anche a livello internazionale come fonte di certezza grazie ai controlli preventivi effettuati in assoluta indipendenza e imparzialità – i diritti dei cittadini nei rapporti con il notaio e le sue responsabilità.

Il notariato attraverso questo nuovo strumento di facile lettura vuole fornire un ulteriore tassello per rendere ancora più trasparente l’operato del notaio nello svolgimento delle sue funzioni pubbliche.

Presentata a Torino la "Carta dei diritti del cittadino nei rapporti con il notaio”
Presentata a Torino la “Carta dei diritti del cittadino nei rapporti con il notaio”

Le Garanzie
Il notaio garantisce in assoluta indipendenza e imparzialità gli interessi di tutte le parti coinvolte, evidenziando eventuali squilibri giuridici contrattuali, accertando la volontà e identità delle persone che intervengono in un atto e la loro capacità di compierlo e verserà regolarmente tutte le imposte dovute per l’atto nei tempi previsti dalla legge.

Quando l’atto è predisposto da una delle parti (es. mutuo) o da terzi, il notaio deve richiamare l’attenzione dei contraenti sulle clausole particolarmente onerose. Il notaio garantisce che l’atto pubblico è valido e, quindi, conforme alla legge e i suoi effetti giuridici non sono pregiudicati da vincoli o da diritti di terzi (ad esempio ipoteche, pignoramenti, servitù, prelazioni, altro) di cui le parti non siano a conoscenza.

Correlato:  Torna a Torino con RedBull la corsa più pazza del mondo

La responsabilità del notaio
Se il notaio non adempie ai propri doveri professionali, è responsabile, per legge, sotto diversi profili: penale, se commette dei reati. Il notaio è coperto da un fondo di garanzia disciplinato dalla legge per i danni derivanti da illeciti di carattere penale in materia di riscossione e versamento di imposte; civile, se ha causato danni alle parti per l’inadempimento dei suoi doveri professionali.

Tutti i notai sono coperti da polizza assicurativa collettiva nazionale; disciplinare, se viola i principi deontologici della categoria. In caso di accertamento di violazione il notaio deve pagare ammende di carattere pecuniario e/o gli sarà vietato di esercitare la professione per un periodo di tempo; nei casi più gravi è prevista la sua destituzione

I consigli notarili distrettuali sono tenuti per legge a sorvegliare il corretto comportamento del notaio ed esercitazione l’azione disciplinare per violazioni deontologiche.

Roberto Mazzone

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here