Home Ambiente In 3 anni tagliati 2500 alberi, mai sostituiti

In 3 anni tagliati 2500 alberi, mai sostituiti

11
SHARE

L’afa di Caronte 1, Caronte 2, Flegetonte, e tutti gli anticicloni che si abbattono anche su Torino si combatte meglio all’ombra di un albero. O meglio, si combatterebbe.

Condizionale d’obbligo, poichè attualmente sotto la Mole mancano la bellezza di 2500 piante, tagliate perchè instabili o malate. Il Comune ammette di non avere fondi per sostituirle, con il risultato che in numerosi viali, piazze, parchi giochi torinesi il sole picchia per lunghe ore senza possibilità di “salvezza”.

2500 alberi da piantare a Torino. Ma non ci sono i soldi

Dal 2012 sono stati tagliati, secondo quanto cita La Stampa, 5440 alberi e ne sono stati ripiantati poco più della metà, 2930.

In totale in città ci sono circa 110 mila alberi (fra cui i platani di corso Francia, per i quali invece è in arrivo una buona notizia: stanno partendo i lavori di decementificazione delle radici).

Quale il motivo? Semplice: mancano i soldi.

Il Verde pubblico dichiara che servirebbero ogni anno circa 600 mila euro per una manutenzione completa. Nel 2014 non è stato stanziato un centesimo, quest’anno 184 mila euro: bazzecole, insomma.

Questo si unisce a un’altro problema, di prospettiva: molti alberi torinesi dovranno presto essere sostituiti perchè ultra 50enni. Di prospettiva, ma anche di presente: 131 abbattimenti recenti si registrano nella stessa corso Francia in cui prosegue la decementificazione, 18 in corso Umbria, 8 in corso Traiano e ben 4 nella piccola piazza Robilant.

Che, come molti altri luoghi di Torino, sta diventando un posto al sole.

 

Redazione M24

(Clicca qui per seguirci anche su Facebook!)

Commenti

Correlato:  San Salvario si mobilita per salvare gli alberi di corso Marconi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here