Home Storia 3 luglio 1958: Torino trova le sue città gemelle

3 luglio 1958: Torino trova le sue città gemelle

131
SHARE
3 luglio 1958: Torino trova le sue città gemelle
3 luglio 1958: Torino trova le sue città gemelle

In questi giorni di tensione per tutta l’Europa, tra crolli finanziari e atti di terrorismo, ricordiamo una ricorrenza torinese, che invece simboleggia fratellanza e unità.

Proprio il 3 luglio, infatti, ricorre l’anniversario del gemellaggio chiamato “Ring of twinned cities”, firmato nel 1958 per cementare ulteriormente le relazioni tra i Paesi fondatori della CEE.

3 luglio 1958: Torino trova le sue città gemelle

In quell’occasione furono scelte 6 città rappresentative di altrettante nazioni europee, che avevano formato il nucleo di quella che nei decenni successivi sarebbe diventata l’Unione europea: Colonia, Esch sur Alzette, Liegi, Lille, Rotterdam e Torino sono da allora gemellate e impegnate in settori come economia, storia e cultura.

3 luglio 1958: Torino trova le sue città gemelle

Una relazione particolare si è creata tra Rotterdam e Torino, visto che entrambe le città sono impegnate in progetti di valorizzazione e riqualificazione cittadina, in particolare per ciò che riguarda la rigenerazione delle aree urbane. Rotterdam rappresenta certamente un esempio positivo per Torino, che in questi anni sta affermando un’identità diversa rispetto a quella di città industriale: la città olandese, infatti, ha avviato il progetto CityPorts, per riqualificare le proprie aree portuali ed è attiva in settori creativi come architettura, design e cinema.

3 luglio 1958: Torino trova le sue città gemelle

Torino inoltre condivide con Rotterdam anche la promozione dell’attività sportiva, visto che anche quest’ultima era stata Capitale Europea dello Sport proprio 10 anni fa, nel 2005. Non mancano inoltre numerosi scambi studenteschi, resi possibili soprattutto dal progetto Erasmus, con tutti i Paesi e le città che nel 1958 parteciparono al gemellaggio.

Tutti questi legami internazionali hanno sicuramente aiutato Torino nel suo difficile percorso di transizione, aiutandola ad entrare in contatto con progetti di sviluppo urbano di successo e sicuramente oggi, senza la firma di quella fratellanza, conosceremmo una città molto diversa.

Correlato:  19 Maggio 2012: Torino inaugura il suo tunnel più lungo

Erika Guerra

(Seguici su Facebook)

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here