Home Territorio La Misericordia mostra i suoi tesori

La Misericordia mostra i suoi tesori

389
SHARE
La Misericordia mostra i suoi tesori
La Misericordia mostra i suoi tesori

L’Ostensione della Sindone, dello scorso anno non è stata solo un richiamo per i fedeli provenienti da tutto il mondo, ma anche l’occasione di restituire alla città dei piccoli tesori dimenticati.

È il caso della Chiesa della Misericordia (sita in via Barbaroux 41) restituita alla città dopo un lungo periodo di restauri.

Il recupero di questo edificio sacro ne ha permesso il suo reinserimento nei percorsi turistici del centro storico di Torino e ha fatto parte di un progetto della Compagnia di San Paolo per la riqualificazione delle chiese del centro storico, in cui dal 2000 sono stati investiti 25 milioni di euro.

La Misericordia mostra i suoi tesori

 

La Chiesa della Misericordia, nonostante la sua rilevanza storica, artistica e architettonica, si trovava in un grave stato di degrado, che avrebbe addirittura potuto impedirne l’apertura al pubblico in occasione dell’Ostensione.

Gli interventi si sono concentrati in particolare sulla Sala Capitolare e il Vestibolo, il cui stato non avrebbe permesso il transito dei turisti.

La Chiesa è affidata alla sua Arciconfraternita, che promuove l’apertura al pubblico dell’edificio attraverso l’organizzazione di visite guidate: tutti i venerdì e le domeniche dalle 16 alle 18 con l’aiuto dei volontari dell’Università della Terza Età e il primo e terzo sabato del mese, sempre dalle 16 alle 18, grazie alla collaborazione con i soci dei circoli Rotary Torino Mole Antonelliana e Torino Crocetta.

La Misericordia mostra i suoi tesori
La Misericordia mostra i suoi tesori

L’Arciconfraternita, inoltre, continua la sua opera di assistenza ai carcerati e ai liberati dal carcere e promuove l’assistenza al culto. Quest’ultimo impegno si traduce nella celebrazione della messa in latino con canti gregoriani proprio nella Chiesa della Misericordia, possibile grazie ad una speciale autorizzazione ottenuta nel 1989 dal cardinal Saldarini.

Per tutto il periodo dell’Ostensione, l’edificio ospita anche eventi, concerti e conferenze: per maggiori informazioni visitate il sito dell’Arciconfraternita o quello della Compagnia di San Paolo.

 

Erika Guerra ( Si ringrazia per le immagini il portale SeeTorino)

(Seguici su Facebook!)

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here