Home Cronaca di Torino La libreria Paravia cambia sede.. e ha regalato centinaia di libri!

La libreria Paravia cambia sede.. e ha regalato centinaia di libri!

42
SHARE
Libreria Paravia cambia sede.. e regala i libri!
Libreria Paravia cambia sede.. e regala i libri!

Esatto, avete letto bene, ho usato il termine regalare, perché è ciò che la libreria Paravia ha fatto mercoledì 10 giugno.

Cambiando di sede, da via Garibaldi a piazza Arbarello angolo via Bligny, l”antica libreria torinese ha deciso di regalare interi scaffali di vecchi libri a chi avesse semplicemente avuto la cortesia di andare a prenderseli. L’appello via Facebook ha subito fatto il giro della rete riempiendo la pagina omonima di like e commenti, e svuotandone nel frattempo gli scaffali; tranne per qualche volume di economia e sicurezza sul lavoro che ahimè non hanno trovato padrone.

I più generosi, come Bianca B. hanno esordito così: “Bravi, nel mio cuore ci sarà sempre un posto per voi e la libreria Paravia”, altri come Paola V., hanno tenuto un tono più fiabesco: “Questo dimostra che siamo fatto di libri. Bellissima iniziativa. Complimenti per l’idea. Avete domato sogni, esperienze, lacrime e sorrisi. I libri sono tutto questo”.

Libreria Paravia cambia sede.. e regala i libri!
Libreria Paravia cambia sede.. e regala i libri! [Uno scaffali tra quelli in regalo]
Insomma, per quanto si possa pensare ad una qualche forma di pubblicità gratuita che la libreria ha avuto intenzione di regalarsi, improbabile visto che episodi simili sono già avvenuti, il tutto non può che rimarcare il grande rispetto non solo per il libro in quanto fonte di sapere, bensì quanto punto di ritrovo tra persone, tante e diverse.

Come detto poc’anzi i libri hanno avuto vita breve, e in un battibaleno hanno cambiato proprietario; le destinazioni delle più disparate: biblioteche, associazioni, scuole o semplicemente privati.

Nel mentre, visto che il locale ancora sito in via Garibaldi ha quasi terminato del tutto il trasloco, sulla pagina Facebook della libreria sono comparsi in regalo anche i mobili che contenevano i libri, e sono tutt’ora disponibili.

Il gesto della storica libreria torinese è un qualcosa che deve essere sottolineato. Un libro non si butta mai, tranne per rare eccezioni.

@Damiano Grilli

(Seguici su Facebook!)

Correlato:  Ostensione, un successo prima ancora di iniziare

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here