Home Urbanistica Movida: strisce gialle a San Salvario per i residenti

Movida: strisce gialle a San Salvario per i residenti

8
SHARE
strisce gialle a san salvario
strisce gialle a san salvario

L’ annoso problema della zona di San Salvario, tra chi vorrebbe avere il diritto a dormire e trovare un posto per lasciare il proprio veicolo (i residenti) e, dall’ altra parte, chi si reca in questa zona della città per passare le serate in compagnia.

Molteplici sono state le proposte e le tentate prese di posizione, ma nulla fino ad ora è riuscito a smuovere la situazione; del mese di Marzo l’ ennesimo tentativo della giunta comunale, che aveva dato il via ad una zona riservata per i residenti, e che da ieri è stata messa in pratica:  disegnate delle strisce gialle a terra nel quadrato compreso tra corso Vittorio Emanuele II, via Nizza, corso Marconi e via Madama Cristina esclusivamente per residenti che opporranno sul parabrezza un permesso speciale il quale  eviterà ai frequentatori dei locali intorno a piazza Saluzzo di sostare in quest’ area, pena una multa.

strisce gialle a san salvario
strisce gialle a san salvario

Una soluzione del genere era già stata provata in altre zone intorno a piazza Vittorio Veneto, altro fulcro della movida torinese, ma con una sostanziale differenza: i parcheggi rimanevano circoscritti dalla vernice blu, il che non ha fermato il popolo della notte che ha continuato ad invadere il centro ignorando la segnaletica scritta sui cartelli esposti.

A San Salvario i posti saranno riservati, ma il controllo da parte della polizia municipale dovrà essere costante perché, visto la precedente esperienza, non basteranno le indicazione per far desistere gli automobilisti alla costante ricerca di un parcheggio.

Questa la mossa del Comune, ma anche i gestori dei locali hanno preso le proprie contromisure.

A poche settimane fa risaliva l’ accordo con Uber, subito affiancato da una convenzione con i taxisti, ma non solo: sempre di queste ore è strato siglato una convezione con il vettore di auto in condivisione Car2go, che offrirà ai frequentatori dei locali la member card gratis e 30 minuti di viaggi in omaggio con la possibilità di parcheggiare nella “zona gialla”.

Correlato:  Piazza Arbarello: addio parcheggi, la zona diventa pedonale

strisce gialle a san salvario

Inoltre tra le iniziative da segnalare la proposta avanzata dai gestori di istituire una navetta (verosimilmente gratuita) che porti i ragazzi dal parcheggio di Torino esposizioni  fin nel centro  del quartiere, e questo eviterebbe l’ intasamento costante delle vie limitrofe all’ ormai conosciuta zona “off-limits”.

Sempre in questa settimana sono stati avviati i contatti con i futuri gestori delle arcate dei murazzi, che torneranno attive entro l’ estate, e questo dovrebbe aiutare ulteriormente il decongestionamento della zona.

Una soluzione, quella delle strisce gialle, che potrebbe rivelarsi soltanto un palliativo, ma che unita alle altre iniziative messe in piedi in questo ultimo periodo, potrebbe dare una soluzione, o almeno allievare, un ormai annuale problema.

 

Alessandro Rigitano

 

Seguici su Facebook

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here