Home Storia 5 Giugno 1957: a Torino inizia la produzione della Lancia Flaminia

5 Giugno 1957: a Torino inizia la produzione della Lancia Flaminia

37
SHARE
5 Giugno 1957 inizia la produzione della Lancia Flaminia, la vettura del Presidente della Repubblica
5 Giugno 1957 inizia la produzione della Lancia Flaminia, la vettura del Presidente della Repubblica

Tutti conoscono il binomio Fiat – Torino, l’abbiamo sentito così tante volte da risultarci abusato. Esistono tuttavia altre realtà che hanno fatto grande la nostra città, marchi e prodotti che ancora oggi sono sinonimo di eccellenza: la Lancia è uno dei casi.

Quest’ultima, nata nel 1906, ad oggi accorpata nel gruppo Fiat, ha collezionato nel corso della sua storia importanti vittorie nel mondo delle corse e lanciato modelli “metropolitani” dal successo indiscusso.

Il 5 giugno del 1957 ha inizio negli stabilimenti Lancia di Torino la produzione in serie della Flaminia, nuova ammiraglia della casa ed erede della Aurelia.

Partorita da un progetto di Antonio Fessia (che nel 1955 assume la direzione tecnica della casa automobilistica), la Flaminia deve la sua linea al gusto di Pininfarina, che ne fa una vettura dalla linea più moderna, abbandonando ad esempio lo scudo che da sempre faceva mostra sulla parte anteriore delle vetture Lancia, in favore di uno stemma più sobrio

5 Giugno 1957 inizia la produzione della Lancia Flaminia, la vettura del Presidente della Repubblica

Presentata per la prima volta al pubblico al 38° Salone dell’Automobile nel 1956, la Lancia Flaminia vedrà delle sostanziali differenze prima di farsi conoscere al pubblico nella sua versione definitiva all’interno del Salone dell’automobile di Ginevra nel Marzo del 1957

Innanzitutto la vettura è più larga di circa otto centimetri, ma la cosa salta più all’occhio (o meglio che saltava, visto che oggi è lo standard di quasi tutte le vetture) è il modo in cui si aprono le portiere, tutte dotate di cerniere anteriori e che si muovono quindi in verso opposto al senso di marcia.

Fino a quel momento le automobili della Lancia erano dotate di un’aperture delle porte “a libro”, con le portiere posteriori fornite di cardini opposti a quelle anteriori.

Il modello berlina non fu che il primo di una fortunata serie di “Flaminie” che comprende anche la Landaulet 335 cabrio, particolarmente conosciuta per essere la macchina del Presidente della Repubblica: voluta da Giovanni Gronchi nel 1960 e disegnata da Pininfarina su indicazione del presidente stesso.

5 Giugno 1957 inizia la produzione della Lancia Flaminia, la vettura del Presidente della Repubblica

Quattro di questi modelli speciali vennero commissionati alla Casa torinese nel marzo 1960 che  vennero battezzate con nomi di cavalli: Belfiore , Belmonte , Belvedere  e Belsito (telaio 813-99-1004, targa Roma 474229).

Attualmente nel garage del presidente sono rimaste solo la Belfiore e la Belsito nel 1982, durante la presidenza di Pertini, due Flaminia che impiegate solo per gli ambasciatori stranieri quando si recavano al Quirinale per presentare le loro credenziali – vennero “congedate” e vendute alle aste dell’esercito a cifre irrisorie. E ora appartengono ad un avvocato di Roma.

Oggi le Lancia Flaminia, tutte di colore blu scuro con vernice ancora originale, sono in dotazione al presidente della Repubblica sono più in forma che mai e ancora usate per le parate pubbliche.

5 Giugno 1957 inizia la produzione della Lancia Flaminia, la vettura del Presidente della Repubblica
5 Giugno 1957 inizia la produzione della Lancia Flaminia, la vettura del Presidente della Repubblica

 

Di recente abbiamo potuto ammirare la  bellissima limousine mentre trasportava il neo eletto Sergio Mattarella verso il Quirinale.

 

Daniele De Stefano

(Seguici su Facebook)

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here