Home Cronaca di Torino Mole illuminata, quando Torino assomiglierà a New York

Mole illuminata, quando Torino assomiglierà a New York

17
SHARE

La Mole Antonelliana, celeberrimo simbolo della cultura, dello stile e dell’arte torinese, sta per andare incontro all’ennesimo ambizioso progetto della sua storia.

Prendendo infatti spunto dal noto Empire State Building di New York City, che si illumina con un colore e con una fantasia diversa in base al mega evento ospitato dalla città in quel momento, l’Iren Servizi e Innovazioni sta seriamente valutando l’opportunità di trasformare l’opera di Antonelli nello skyline torinese.

Lo stratagemma risiederebbe nella disposizione di un faro, posizionato sul lato di via Verdi, con lo scopo di proiettare colori sull’opera rendendoli cangianti adoperando le forme stesse della struttura.

La Mole, come i cittadini torinesi ricorderanno, non è però nuova a questo genere d’iniziative: pochi mesì addietro si vestì di blu per la giornata mondiale dell’autismo, si è recentemente tinta di rosa per la lotta contro il tumore al seno ed è stata portatrice di brand pubblicitari che hanno voluto far vedere i loro prodotti dal punto più nobile della città.

Alla luce del fatto che negli ultimi anni Torino è stata ed è ancora una città ricca di eventi (soprattutto di stampo “mega”) e di appuntamenti importanti che attirano turisti e visitatori, l’idea di trasformarla in una piccola New York nostrana, almeno dal punto di vista dell’illuminazione artistica, intriga parecchio.

Mole illuminata, quando Torino assomiglierà a New York
Mole illuminata, quando Torino assomiglierà a New York

 

La Mole Antonelliana, come il grandioso Empire, potrebbe cambiare il proprio colore a seconda del mega evento ospitato, oppure potrebbe continuare a essere portatrice di pubblicità (sia progresso che non) aiutando la città a farsi notare e a progredire. Per il prossimo futuro, il primo abito cerimoniale pensato per la Mole è una tenuta zebrata, ossia bianca e nera in onore di una delle squadre locali (la Juve) in occasione della finale di Champions League di Berlino di sabato prossimo contro il Barcellona.

Correlato:  Manutenzione straordinaria per la Mole e altri edifici comunali

Indipendentemente dallo sviluppo o meno di questa idea, la Mole Antonelliana rimane un simbolo amatissimo dai torinesi e dal resto del mondo.

Chissà che Torino, piano piano, non diventi un punto strategico per eventi e turismo come New York.

Francesca Palumbo

(Seguici su Facebook!)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here