Home Spor-to Anche Vincenzo Nibali sulla salita di Superga

Anche Vincenzo Nibali sulla salita di Superga

27
SHARE

Una salita cara non solo ai tifosi granata, ma a tutti i torinesi. Questa è la scalata al Colle di Superga, che a fine giugno ospiterà l’arrivo dei Campionati Nazionali di Ciclismo.

Una kermesse che, ancora una volta, rinforza la vocazione di Torino Capitale Europea dello Sport e che è organizzata grazie all’incontro tra la  Città di Torino, la Federazione  ciclistica italiana, dalla Lega del Ciclismo e tre società (AC. Arona, US Legnanese e VC Novarese).

Anche Vincenzo Nibali sulla salita di Superga

Queste le parole del Sindaco Fassino in sede di presentazione dell’evento: “Ancora una volta siamo stati premiati da una prestigiosa Federazione sportiva che ha creduto nelle capacità organizzative e di valorizzazione degli eventi sportivi che Torino sa mettere in campo. Sono convinto che i Campionati Italiani di ciclismo saranno un successo, sia sotto l’aspetto sportivo, che per quanto riguarda il favore del pubblico, il quale sicuramente saprà accogliere i ciclisti nel migliore dei modi”.

Vediamo insieme il calendario della kermesse: si parte il 27 giugno, con le prove su strada juniores donne (90,4 chilometri, con partenza da Novara), Élite donne (130 chilometri, il via da Legnano) e professionisti uomini.

Anche Vincenzo Nibali sulla salita di Superga

 

Ovviamente sarà questa gara quella più attesa, diciamo il Clou del programma. Ma non c’è solo Torino in questo ricco menu, che coinvolge tutto il Piemonte: tre giorni prima, il 24 giugno, partirà da Novara la prova a cronometro individuale maschile Élite, che avrà un percorso di 34,4 chilometri.

Una chicca, che ci lasciamo per ultima, ma è forse la notizia principale: la gara maschile vedrà al via nientemeno che il Campione in carica, Vincenzo Nibali, che utilizzerà la salita torinese come prova generale del Tour, in partenza da li a pochi giorni.

Correlato:  Juve Lazio, la storia non cambia

Le parole del Ct azzurro, davide Cassani:

Ci sono tutti i presupposti per vedere una grande corsaIl percorso è esigente, facile nella prima parte e duro nel finale, che è poi lo stesso delle ultime tre edizioni della Milano-Torino”.

 

Redazione M24

(Seguici su Facebook)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here