Home Territorio Torino e i suoi sottopassi

Torino e i suoi sottopassi

232
SHARE
sottopassi torinesi
sottopassi torinesi

Viabilità e mobilità. Due temi fondamentali per ogni città che miri a fornire un’ottima qualità di vita urbana alla propria cittadinanza. La cultura eco-friendly sta progressivamente instaurandosi nella vita dei cittadini e sta modificando in meglio le loro abitudini di spostamento, come già abbiamo riportato su Mole24.

La necessità di predisporre strade a celere e sicura percorrenza prescinde dalla qualità e dalle virtù dei motori green oriented, affermandosi come un punto cardinale della politica urbanistica. Il sottopasso rientra nel novero delle opzioni che sono disponibili per puntare a decongestionare e a snellire il flusso di traffico e, parimenti, a collegare luoghi rilevanti della città.

sottopassi torinesi
sottopassi torinesi

A Torino questo discorso è ben noto, come lo dimostra la serie di sottopassi distribuiti su tutta la città. Tra i più noti, il primo degno di menzione è il celebre sottopasso Lingotto: opera risalente al tempo del regime fascista, trovò la sua ragion d’essere per ovviare alla frattura stradale causata dalla ferrovia e per meglio servire agli stabilimenti industriali che sorgevano nell’omonimo quartiere.

Altro sottopasso da citarsi è il sottopasso “Michele Lanza”, vale a dire il tunnel che si dispiega tra Corso Unità d’Italia e Corso Massimo D’Azeglio, snodo importante per l’accesso all’ospedale Molinette.

Segue nell’elenco il famosissimo sottopasso Repubblica, che caratterizza un tratto di Corso Regina Margherita, sopra il quale giace Piazza della Repubblica o, come meglio è nota, Porta Palazzo, sede del più grande mercato all’aperto d’Europa.

C’è poi il sottopasso Spezia, la cui origine è legata alle Olimpiadi invernali del 2006. Questo sottopasso collega già Corso Unità d’Italia al Lingotto ed è atto ad unire anche Corso Unione Sovietica al primo. E’ interessante rilevare come sia l’unica opera olimpica ad essere stata a carico del Comune nella sua interezza.

sottopassi torinesi

Chiudono la nostra succinta lista i sottopassi di Piazza Rivoli e quello di Corso Mortara: il primo, risalente al 2002, è nato per limitare l’inquinamento atmosferico ed acustico in uno dei tratti più trafficati della città, ovverosia l’asse corso Trapani-Lecce-Grosseto; il secondo detiene invece il primato per il tunnel più lungo della città.

Si estende infatti per 1.3 kilometri, è funzionale alla veloce comunicazione tra via Livorno e Corso Potenza e sopra di esso sorge il Parco Dora, uno dei più grandi della città. Proprio oggi ricorre la data della sua inaugurazione cui presenziarono il sindaco Fassino e l’Assessore ai Trasporti Lubatti.

La lista completa dei sottopassi e tunnel torinesi è consultabile sul sito del Comune, alla voce  Trasporti.

 

Lorenzo Zadro

 

Seguici su Facebook

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here