Home Arte Per tre domeniche, Torino è a porte aperte

Per tre domeniche, Torino è a porte aperte

8
SHARE
Sono ben 47 le scuole cittadine, che nell’ambito del network nazionale La scuola adotta un monumento, per tutte le domeniche di maggio si occupano non solo di aprire numerosi monumenti torinesi, che in pratica come scuola “adottano”, ma anche di fare da guide turistiche, accompagnando gli appassionati alla scoperta di una città che, forse, non conoscono.

Per tre domeniche, Torino è a porte aperte

L’iniziativa è partita due giorni fa: i ragazzi del liceo Berti hanno guidato i visitatori all’interno del Villino Raby, esempio di stile Liberty e sede dell’Ordine dei Medici, mentre gli studenti del Liceo Cavour hanno illustrato le opere dell’esposizione temporanea “Tuttovero. La nostra città la nostra arte Torino 2015”, alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.

Si prosegue domenica prossima quando gli allievi della scuola Calvino (in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte) apriranno i cancelli della Villa della Regina, Un luogo fantastico, nel cui peraltro risuoneranno violini e violoncelli suonati dagli studenti. Inoltre, nel Capannone Nervi del GTT di corso Tortona, gli appassionati potranno assistere alla riparazione di un tram. Nello stesso orario si potrà salire a bordo del tram storico per un breve tour attraverso il quartiere.

Per tre domeniche, Torino è a porte aperte

Si va avanti ancora il 24 maggio con una giornata di compleanni: Collegio San Giuseppe festeggia i 140 anni con visite guidate all’Istituto, alla Biblioteca storica, al Museo metrico decimale, al Museo naturalistico e al Museo dei colibrì, mentre dalle 15 la scuola Sclopis festeggia il 130mo compleanno con eventi e spettacoli. Infine anche anche l’istituto Gabelli festeggia i suoi 100 anni con la visita alle mostre temporanee, al rifugio antiaereo e l’inaugurazione del Museo della scuola.

Ultimo appuntamento il 31 maggio: la Caserma Cernaia riapre al pubblico con visite guidate dai ragazzi dell’Istituto Avogadro e visione del film d’animazione La battaglia della Cernaia. Inoltre, gli studenti del Liceo Berti accompagnano i torinesi alla proiezione de L’ultimo Natale, realizzato proprio da loro.

Correlato:  La Pinacoteca Agnelli e Martino Gamper: il design is a state of mind.
Info: 011.01129104.
Redazione M24
(seguici su facebook!)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here