Home Enogastronomia La ricetta per preparare gli agnolotti alla piemontese

La ricetta per preparare gli agnolotti alla piemontese

1162
SHARE
La ricetta per preparare gli agnolotti alla piemontese
La ricetta per preparare gli agnolotti alla piemontese

Ed ecco che vi propongo il primo dei primi, i protagonisti assoluti dei menù piemontesi di ristoranti e famiglia, il cibo delle feste per antonomasia: gli agnolotti alla piemontese.

Nella tradizione contadina sono nati come piatto per “far fuori” gli avanzi della carne, ma grazie alla loro bontà, negli anni, sono stati rivisitati con varietà di ripieni.

L’ingrediente alla base rimane sempre la carne, chi predilige i tre arrosti, chi due o chi ancora aggiunge la salsiccia per renderli ancora più golosi o del riso bollito.

Io vi propongo la mia ricetta che ha sempre coccolato i miei ospiti, spero che possa rendere felice anche i vostri!

La ricetta per preparare gli agnolotti alla piemontese
La ricetta per preparare gli agnolotti alla piemontese

Ingredienti per 4persone :

Per il ripieno:

  • Arrosto di maiale gr. 200
  • Arrosto di manzo gr. 200
  • Salsiccia gr. 150
  • Spinaci novelli gr. 300 ( io li ho sostituiti con 100 gr di riso bollito Scalogno n.
  • 2 Uova n.
  • 3 Parmigiano grattugiato
  • Burro
  • Noce Moscata
  • Sale Pepe
  • Salvia

Per la pasta:

  • Farina bianca gr. 500
  • Uova n. 5

La ricetta per preparare gli agnolotti alla piemontese

Preparazione:

Per il ripieno:

In due tegami dai bordi alti cuocete, separatamente, gli arrosti con un filo d’olio e gli scalogni stufati e portateli a cottura.

Pulite gli spinaci, scolateli e cuoceteli in padella, con l’acqua di sgrondatura rimasta, coprendo con un coperchio. Una volta cotti tritateli molto fini e tenete da parte.

Saltate velocemente la salsiccia in padella.

Tritate le carni e la salsiccia con un robot (o con una mezzaluna), trasferite tutto in una ciotolona, aggiungete il parmigiano grattugiato, le uova, gli spinaci, la noce moscata, salate e pepate. Lavorate il composto con una forchetta. Lasciate riposare in frigo, giusto il tempo di realizzare la pasta fresca.

Per la pasta fresca:

Su una superficie, meglio se di legno, versate la farina formando una montagnola, formate un cratere e al suo centro versate le uova, incorporandole alla farina poco alla volta e con l’aiuto

di una forchetta. Impastate a mano e formate una palla (se l’impasto dovesse risultare troppo asciutto aggiungete un pochino d’acqua, in caso contrario un pochino di farina).

Dividete l’impasto ottenuto, con l’aiuto della macchina Imperia tiratelo, dovrete ottenere una sfoglia non troppo sottile.

Ora potrete iniziare a realizzare i vostri agnolotti, scegliendo tra l’apposito stampo o a mano.

Nel caso usaste lo stampo, cospargetelo con un po’ di semola, prima di adagiare sopra la prima sfoglia.

Dosate il ripieno con un cucchiaino negli appositi spazi, richiudete con la seconda sfoglia e con l’aiuto di un mattarello fate una leggera pressione lungo tutto lo stampo, sformate gli agnolotti e tagliate gli esuberi di sfoglia.

Nel caso optaste per la realizzazione a mano, stendete la prima sfoglia su un piano infarinato, sistemate il ripieno distanziandolo bene, fate aderire sopra la seconda sfoglia ( facendo uscire l’ aria) e con l’apposita rotellina tagliate gli agnolotti a quadri.

Mettete a bollire l’acqua, salate e cuocete gli agnolotti all’incirca 4 minuti.

Scolate con una schiumarola, in modo che non si rompano e condite con burro fuso e un trito di salvia.

 

A cura di Zucchero in valigia

(Seguimi anche su sul mio sito!)

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here