Home Territorio Riapre il Turin Palace hotel

Riapre il Turin Palace hotel

37
SHARE
Riapre il Turin Palace hotel
Riapre il Turin Palace hotel

Era il 2007 all’ indomani delle olimpiadi e lo storico albergo del centro cittadino in via Sacchi 8, di fronte allo scalo ferroviario di  Porta Nuova  d’ innanzi a dove sorgerà il nuovo parcheggio interrato (2016?) della stazione, chiudeva tristemente i battenti.

Un pezzo di storia torinese, li in quell’ hotel di lusso a 5 stelle dove soggiornarono, tra gli altri, la Regina Elisabetta, Louis Armstrong, Madonna, Callas, David Bowie, Mick Jagger, e capi di stato, scendeva tristemente l’ alone del fallimento.

Riapre il Turin Palace hotel
Riapre il Turin Palace hotel

Il gruppo Ramondetti  proprietario dell’ albergo (e del ristorante “Il Cambio”) una volta accertato il fallimento svuotò l’ albergo di tutti gli interni, e di quello che fu un prestigioso hotel non rimaneva che un triste ricordo.

Dal quel momento però la Reale Mutua Assicurazione decise di affidare la rinascita ad un altro gruppo imprenditoriale del settore, che fa capo a  Piero Marzot, già proprietario dell’ Hotel Spadari di Milano.

Oggi, a pochi giorni di un altro grande evento , l’Expo, e in contemporanea ad uno già in atto, l’ Ostensione, il Turin Palace ritorna: una stella in meno per rientrare nel settore business, 20 milioni di Euro di investimenti, 128 camere, 5 suite, una Spa, 12000 mq, grandi spazi interni, 600 mq di terrazzo per abbracciare il panorama torinese,  un ristorante, energia green, nuovi punti luce in chiave moderna, nuovi interni, nuovo parcheggio sotterraneo, nuovi clienti di prestigio e , come detto, 7 anni di restauro.

Riapre il Turin Palace hotel
Riapre il Turin Palace hotel

Un pezzo di storia che ritorna, un angolo di città che rivive, nuovi posti di lavoro che si creano, una fenice che risorge dalle proprie ceneri, una storia centenaria di un albergo che  vide la luce all’ indomani dell’ invasione francese degli inizi del 1800 in seguito allo sviluppo cittadino, una buona notizia per una città che si vuole far trovare pronta per i grandi eventi e che vuole mostrare al mondo i propri gioielli.

Correlato:  Carton rapid race, le barche di cartone tornano a Oulx

 

Alessandro Rigitano

 

Seguici su Facebook

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here