Home Cronaca di Torino 21 Giugno 2015: Papa Francesco a Torino

21 Giugno 2015: Papa Francesco a Torino

20
SHARE
visita papale
visita papale

È stato lo stesso Papa Francesco ad annunciarlo, lo scorso 5 novembre, della sua visita del 21 giugno a Torino.

Il Santo Padre ha motivato questo pellegrinaggio con la venerazione della Santa Sindone e la commemorazione di San Giovanni Bosco cogliendo la ricorrenza bicentenaria della sua nascita.

L’evento è chiaramente di portata planetaria, non a caso subito dopo aver appreso la notizia della visita papale sono subito arrivati i ringraziamenti dell’Arcivescovo di Torino Mons. Cesare Nosiglia che così si è espresso:” «L’annuncio fatto direttamente dal Papa nell’udienza generale di mercoledì 5 novembre della sua visita a Torino il 21 giugno 2015, riempie il nostro cuore di gioia e di riconoscenza. Il Papa viene pellegrino di fede e di amore per due ragioni che lui stesso ha sottolineato: per contemplare e pregare davanti alla Sindone, il sacro Telo che secondo la tradizione ha avvolto il corpo del Signore nella sepoltura dopo la sua morte, e che sarà esposta dal 19 aprile al 24 giugno nel Duomo di Torino.”

visita papale
 

Il Santo Padre avrà comunque l’agenda piena fin da quando sbarcherà a Torino, all’aeroporto Sandro Pertini, proprio come un altro illustre ospite della città, quel Papa Giovanni Paolo II che proprio da Caselle iniziò la sua visita parrocchiale.

Prima di venerare la Sindone il Papa celebrerà l’eucarestia, intorno alle 10, in piazza Vittorio Veneto mentre, nel pomeriggio, incontrerà anche i giovani in piazza San Carlo ai quali rivolgerà un suo personale discorso.

Una scelta diversa da quella effettuata dal suo predecessore, Benedetto XVI, che nel 2010 disse messa nel salotto buono della città; scelta, quella di Francesco, probabilmente indotta per poter dar modo a più persone possibili di poter assistere alla Santa Messa.

Correlato:  Violenta grandinata a Torino
visita papale
 

Per la visita papale saranno infine completati e in regime i lavori di accoglienza presso il Duomo, e collaudato l’ arruolamento di tutti i volontari.

Insomma si preparano mesi di grande visibilità religiosa per Torino: partendo dall’Ostensione (che ha ricevuto una calorosa accoglienza segnalando moltissime prenotazioni) fino ad arrivare alla visita della massima autorità della Chiesa cattolica.

Appuntamenti onorevoli che porteranno la gioia nel cuore di moltissime persone.

 

Luca Margaglione

 

Seguici su Facebook

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here