Home Cronaca di Torino Il car sharing invade Torino: ecco arrivate Enjoy e Car2go

Il car sharing invade Torino: ecco arrivate Enjoy e Car2go

115
SHARE
Il car sharing invade Torino: ecco arrivate Enjoy e Car2go

Dopo essersi sfidate a Milano, Roma e Firenze, ora arrivano anche a Torino.

Stiamo parlando delle Smart di Car2go e delle Fiat 500 di Enjoy, le due regine del car sharing, che tra pochi giorni invaderanno le strade del capoluogo piemontese.

Ieri, 8 aprile è la data scelta da entrambe per dare inizio al loro servizio che, almeno per i primi tempi, si farà concorrenza a colpi di promozioni.

La flotta delle Smart arriverà a Torino prima con 100 automobili bianche e blu, poi con 450 e l’iscrizione sarà gratuita fino al 31 maggio. Le Fiat rosse, invece, saranno 400 e i primi clienti avranno accesso a un voucher di benvenuto di 15 euro.

Per Torino, in cui è presente solo “ioGuido”, quello di Eni-Fiat e Mercedes è un sistema di car sharing non ancora sperimentato. I due servizi, infatti, sono entrambi free flow.

Il car sharing invade Torino: ecco arrivate Enjoy e Car2go

 

Questo significa che le auto non vanno lasciate in predeterminati parcheggi o dove sono state trovate, ma in qualsiasi posteggio pubblico della città. Una delle più rilevanti differenze si trova sul prezzo di noleggio e di iscrizione.

Unirsi ad Enjoy è gratuito e guidare una 500 rossa costa 0,25 centesimi al minuto. Car2go, invece, chiede 19 euro di iscrizione e 4 centesimi in più della concorrente per essere noleggiata. Piccole e comode da parcheggiare, su molte altre cose si assomigliano.

Prima di tutto il funzionamento.

Ci si registra al servizio, si individua l’auto attraverso un applicazione o direttamente per strada, si apre e si avvia la macchina con un codice Pin. Una volta partiti, dove si può andare?

Con entrambe è possibile accedere alla ZTL Centrale e Romana, ma è severamente vietato usare le corsie dei bus, dei taxi, varcare la ZTL Valentino e le aree pedonali.

Correlato:  Mole Antonelliana: da tempio israelitico a simbolo di Torino

Volendo, si può anche uscire dai confini cittadini, ma non è assolutamente possibile terminare il noleggio fuori da Torino. In questo caso, si continuerà a pagare anche con la macchina in sosta.

Il car sharing invade Torino: ecco arrivate Enjoy e Car2go

 

Se Enjoy vince sui prezzi, Car2go ha altri assi nella manica. Prima di tutto, ha un’area di utilizzo più ampia e dispone di più vetture rispetto al servizio Fiat e poi non è presente solo in Italia.

Se le 500 rosse le possiamo incontrare ed usare a Milano, Firenze e Roma, le Smart sono molto più globali.

Non solo in Europa, dove sono presenti in circa 50 città, ma anche in nord America.

Prenotate, cercate, bloccate, guidate e parcheggiate già in molti capoluoghi e capitali, le due regine del car sharing non potranno fare altro che colorare Torino e, soprattutto, fare bene e essere utili ai torinesi.

 

Giulia Regis Masoero

(Seguici su Facebook!)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here