Home Storia Corso G. Ferraris, scoperti i resti di una fortificazione dell’Antica Cittadella

Corso G. Ferraris, scoperti i resti di una fortificazione dell’Antica Cittadella

25
SHARE

Durante i lavori per la realizzazione di un parcheggio sotterraneo in corso Galileo Ferraris sono stati scoperti i resti di una fortificazione dell’Antica Cittadella.

I lavori erano iniziati lo scorso novembre, con il dichiarato scopo di eliminare i parcheggi al centro della carreggiata sostituendoli con un lungo viale pedonale e interrando i posti auto; nonostante questo intento però, tali lavori sono sempre stati seguiti costantemente dalla Soprintendenza per l’Archeologia in accordo con la Soprintendenza alle Belle Arti e Paesaggio, al fine di evitare di danneggiare potenziali siti storici della zona.

La prudenza alla fine è stata premiata e durante i lavori sono stati ritrovati resti archeologici delle strutture difensive esterne alla Cittadella.

L’aspetto più interessante di questa scoperta tuttavia risiede nel fatto che già durante la realizzazione dei progetti iniziali si pensava che sarebbe potuto succedere di trovare dei reperti, (o meglio lo si sperava) al fine di avvicinarsi a completare la struttura dell’antico Pastiss, la fortificazione che era stata erta intorno alla Cittadella nella seconda metà del ‘500.

Durante lo sviluppo edilizio del’800 e ‘900 la struttura era stata abbattuta per far spazio alle case, mentre nell’ultimo secolo si è cercato sempre di più di recuperarne l’accesso e la bellezza originaria; il nuovo pezzo rinvenuto, secondo gli esperti della città e del museo Pietro Micca, potrebbe fungere da collegamento con la parte già rinvenuta del Pastiss, offrendo al pubblico una nuova attrattiva e restituendo a Torino una parte della sua storia.

 

Francesca Palumbo

(Seguici su Facebook!)

Commenti

Correlato:  11 aprile 1997: l'incendio del Duomo minaccia la Sacra Sindone

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here