Home Cronaca di Torino Linea 6: ecco il nuovo tram torinese!

Linea 6: ecco il nuovo tram torinese!

SHARE
linea 6
linea 6
Tempo di lettura: 2 minuti

A Torino i tram sono un vero e proprio monumento su ruota, la rete tranviaria torinese ha infatti una tradizione antichissima, i primi veicoli su rotaia iniziarono a circolare nel lontano 1871, anche se in quei tempi la carrozza era trainata da cavalli.

Questa tradizione continua anche ai nostri giorni ed è infatti notizia fresca che la Gtt ha intenzione di inaugurare una nuova linea che verrà numerata con il numero 6.

I due capolinea saranno piazza Statuto e piazza Hermada passando per via Cernaia, via Pietro Micca, via XX Settembre (sede dell’ esposizione della sindone), corso Regina Margherita (sede del campus Luigi Einaudi), i passaggi saranno ogni 15 minuti e sarà in funzione tutti i giorni.

La nuova tratta sarà attiva da metà Aprile in concomitanza con l’ esposizione del sacro velo.

linea 6
linea 6

La nuova linea si affiancherà a quelle già esistenti: la 3, la 4, la linea storica 7, la 9, la 10, la 13, la 16, la 18 e la storicissima Sassi-Superga in funzione dal lontano 1884.

La nostra città  oltre a vantare le linee più vecchie d’ Italia, possiede 220 km di binari e un’ associazione unica nel nostro paese che si prende carico della cura e della promozione di questo  ecologico ma soprattutto storico mezzo pubblico di trasporto.

Correlato:  Mobilità Torino: meno auto e uso di mezzi pubblici a favore di bici e spostamenti a piedi

Alcune di queste linee sono al momento limitate da lavori in corso ma, in generale, non sono tutte uguali: le linee 9 e 3 ( di colore grigio) furono pensate per i mondiali d’ Italia ’90 e usano (la 3 solo fino al 2013) motrici di fabbricazione Fiat, la linea 4 sfrutta motrici più nuove e moderne (il jumbo tram Alstom), mentre le restanti linee eseguono il servizio con dei mezzi costruiti tra il 1949 ed il 1958 (dipinti di giallo).

linea 6
linea 6

Discorso a parte è la linea storica (colore verde) che ripercorre il percorso originario del lontano 1893 con motrici restaurate risalenti agli anni ’30: una vera e propria occasione per i turisti che possono godere di un tour cittadino a bordo di un museo su rotaia e che, nel caso abbiano apprezzato, possono continuare il tour  prenotando un pranzo a bordo dei tram ristoranti messi a disposizione dall’ azienda di trasporti.

Un ‘altra nuova linea, dunque, per il nostro sistema tramviario che, nonostante i problemi di manutenzione e  rumore che può recare ai residenti, continua a riscuotere un grosso successo tra i torinesi e questa nuova tratta ne è una testimonianza.

 

Alessandro Rigitano

 

Seguici su Facebook

 



Commenti

SHARE