Home Storia Suor Maria Consolata Betrone, la “Serva di Dio”

Suor Maria Consolata Betrone, la “Serva di Dio”

6
SHARE
Suor Maria Consolata Betrone, la “Serva di Dio”
Suor Maria Consolata Betrone, la “Serva di Dio”

Suor Maria Consolata Betrone, la “Serva di Dio”

Il prossimo 6 Aprile sarà il giorno di una ricorrenza molto sentita per i credenti, di Torino e del Piemonte. Il giorno di pasquetta del 1903, infatti, nasceva suor Maria Consolata Betrone. Ancora giovane si trasferisce da Saluzzo, suo luogo nativo, a Torino.

Nel 1929 entra in monastero nel convento delle Clarisse Cappuccine, dove svolge ruoli di cuoca, portinaia e ciabattaia; poi, una volta trasferita nel Monastero Sacro Cuore di Moriondo di Moncalieri, farà anche l’infermiera e la segretaria. Morirà giovane, il 18 Luglio del 1946 all’età di 43 anni, ma fu una vita assolutamente soddisfacente dal punto di vista spirituale.

Suor Maria Consolata Betrone, la “Serva di Dio”
Suor Maria Consolata Betrone, la “Serva di Dio”

Una vita dedicata agli altri, seguendo i più poveri e i bisognosi ma anche i sacerdoti o suore che si trovano in situazioni di difficoltà.

A lei è dedicata, in via San Massimo 36, un santuario che simboleggia, per le suore, un luogo di preghiera e culto dedicato a quella che viene definita “la serva di Dio”. Questo piccolo centro di spiritualità è stato creato anche per l’imminente Ostensione e, tra le altre cose, sarà anche la sede territoriale di Radio Maria. Le suore, con l’aiuto di alcuni volontari, hanno già provveduto a portare in questo edificio mobili e soprammobili appartenuti a suor Maria Consolata.

Suor Maria Consolata Betrone, la “Serva di Dio”
Suor Maria Consolata Betrone, la “Serva di Dio”

Come accennato in precedenza sarà proprio qui che il prossimo 6 Aprile ci sarà una messa dedicata a lei. Il centro, nel suo complesso, verrà poi aperto per l’Ostensione; ci sarà quindi l’occasione di visitare quello che a tutti gli effetti è un vero e proprio museo dedicato ad una suora molto devota che ha donato la sua intera esistenza alla Chiesa.  Infatti, l’8 febbraio 1995 è stata aperta ufficialmente la fase diocesana del processo per la beatificazione, che si è conclusa positivamente il 23 aprile 1999.

                                                                                                                                                

Luca Margaglione

 

 

Seguici su Facebook

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here