Home Cronaca di Torino L’internazionalizzazione parte da Torino

L’internazionalizzazione parte da Torino

39
SHARE
L'internazionalizzazione parte da Torino
L'internazionalizzazione parte da Torino

Torino è cambiata profondamente negli ultimi anni, fino a cambiare profondamente la sua identità.

In passato è stata una grigia città industriale, nota principalmente per essere la sede della Fiat e per essere il fulcro del boom del settore automobilistico italiano.

Città di operai, di emigrati e di imprenditori.

Oggi viviamo una Torino completamente diversa. Lasciatasi alle spalle la sua pesante immagine industriale, la città ha rivalorizzato il suo passato e allo stesso tempo si è creata un futuro.

L'internazionalizzazione parte da Torino
L’internazionalizzazione parte da Torino

Anche grazie alla visibilità guadagnata con le Olimpiadi, il mondo ha iniziato ad apprezzare la storia e l’arte cittadina e Torino ha potuto presentarsi sotto una luce diversa.

Oggi, la Venaria è tra i primi 100 musei più visitati al mondo e proprio quest’anno Torino celebra la riapertura del suo apprezzato Museo Egizio e il suo nuovo allestimento.

Non sono mancate le iniziative per i giovani e l’università, con l’obbiettivo di rendere la città un polo di attrazione per i talenti dell’impresa e della ricerca.

L'internazionalizzazione parte da Torino

Questo percorso di cambiamento è stato recentemente riconosciuto anche a livello istituzionale.

In occasione del Mipim di Cannes, il più grande salone immobiliare europeo, il vice ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda ha annunciato che Torino sarà la città pilota di un progetto nazionale per favorire l’internazionalizzazione e l’attrazione di nuovi investimenti.

Grazie ad iniziative come questa, la città potrebbe in futuro affermarsi a livello internazionale e grazie a ciò essere uno degli esempi positivi di ripresa economica e creazione di nuove idee imprenditoriali.

 

Erika Guerra

(Seguici su Facebook!)

Commenti

Correlato:  Cosa fare questa settimana a Torino? (14-18 novembre)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here