Home Spor-to Il Toro inciampa a Udine

Il Toro inciampa a Udine

1
SHARE
Il Toro inciampa a Udine
Il Toro inciampa a Udine

“Quando una squadra con una serie positiva aperta incontra una squadra che non vince in casa da fine ottobre, la squadra con la serie positiva aperta è una squadra morta”. Un po’ legge dei grandi numeri, un po’ fisiologica flessione mentale, questa può essere la summa del pomeriggio granata al “Friuli”: gli uomini di Ventura cadono dopo dodici risultati utili consecutivi per mano di un’Udinese generosa.

Il Toro paga, onestamente in maniera spropositata visto il rapporto tra conclusioni subite e reti, un approccio poco felice al match che nemmeno il gol dell’effimero vantaggio di Quagliarella ha saputo invertire.

La rete di Di Natale pochissimi istanti dopo, a difesa schierata, è il simbolo del primo tempo granata, reso ancora più complicato dalla sfortunata autorete di Molinaro.

Premesso che una giornata storta può accadere, una spiegazione all’accaduto (oltre a quella goliardica di confondere le idee al tecnico dello Zenit Villas-Boas, in tribuna a studiare i granata in vista del match di Europa League di giovedì) può attingere al mondo del paradosso: il Toro sembra aver patito l’assenza di una gara ogni tre giorni, cosa senz’altro dispendiosa sotto l’aspetto fisico, dal punto di vista mentale.

Il Toro inciampa a Udine
Il Toro inciampa a Udine

Dopo due settimane di battaglie, che costringevano a tenere la testa bassa sul manubrio in vista dell’incontro successivo, sette giorni di relativa tranquillità possono aver fatto, inconsciamente, venir meno l’aspetto della concentrazione feroce.

Non è tutto da buttare, però. Nel secondo tempo, dopo un altro errore difensivo che ha permesso il 3-1 di Wague, il Torino è rimasto attaccato alla partita quando avrebbe potuto mollare, riaprendola con una conclusione deviata di Benassi e rischiando il clamoroso 3-3. In parole povere, si è ritrovato squadra, anche se tardivamente, dimostrandosi duro a morire anche in una giornata di scarsa vena.

Correlato:  Juventus Stadium: nonostante i tiranti un vanto per Torino
Il Toro inciampa a Udine
Il Toro inciampa a Udine

 

Da rimarcare anche il numero di occasioni, segno che, in avanti, i meccanismi funzionano: due palle-gol limpide per Maxi Lopez, l’acrobazia di Amauri e, soprattutto, il clamoroso palo di Quagliarella non sono poca roba e, tabellino alla mano, fanno dire quasi sommessamente che sì l’atteggiamento, sì le amnesie in fase difensiva, sì la poca velocità d’azione, ma la sconfitta si può definire, tutto sommato, immeritata.

Partendo dagli errori, ma anche da questi piccoli motivi di conforto, il Toro deve voltare immediatamente pagina: c’è di nuovo un tour de force da affrontare, c’è da pedalare e, a ben vedere, forse si riesce a essere realmente Toro solo in questi momenti.

Francesco Bugnone

(Seguici su Facebook)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here