Home Ambiente Torino: sempre meno nebbia e neve

Torino: sempre meno nebbia e neve

8
SHARE
Torino sempre meno nebbiosa
Torino sempre meno nebbiosa

Ricordate i giorni della merla? Ricordate quando le nevicate a Torino imbiancavano la città e creavano un affascinante spettacolo naturale? Le olimpiadi “invernali”?

E cosa dire della famose canzone “Nebbia in val Padana” di Cochi e Renato?

Bhe rischia di essere sempre più un ricordo lontano, infatti la nebbia a Torino negli ultimi anni è nettamente un fenomeno in calo: la frequenza dell’ evento climatico infatti è in diminuzione del 47% negli ultimi anni.

Torino sempre meno nebbiosa
Torino sempre meno nebbiosa

Se prendiamo in analisi il mese di Gennaio 2015, mese in cui il foehn ha soffiato sulla città per ben 17 giorni su 31(a proposito, ricordate quel vento caldo notturno?), si è registrata una nebbia fitta solamente in un solo giorno (contro una media di 7), mentre il fenomeno si è presentato 9 volte invece delle consuete 22, complice di questi fenomeni attenuati le temperature più alte di 3 gradi rispetto alla media stagionale che hanno fatto registrare il gennaio più caldo dal 1958.

I ricercatori fanno notare che questa inversione di tendenza è costante dagli anni ’90  e non hanno ancora trovato una vera e propria risposta al fenomeno, ma sembrano addebitarlo al cambiamento climatico in atto negli ultimi decenni a causa dell’ inquinamento dell’ aria sempre più alto.

Proprio la pianura Padana è una delle regioni più inquinate d’ Europa e proprio la nebbia è un concentratore di fattori inquinanti, le sue goccioline infatti racchiudono al proprio interno tutte le particelle emesse da fabbriche, auto e riscaldamenti.

 

Torino sempre meno nebbiosa

La nebbia non è l’unico fenomeno atmosferico in diminuzione, anche le precipitazioni nevoso registrano un ridimensionamento considerevole e le temperature medie sono in netto rialzo se si considerano gli ultimi trent’ anni.

Correlato:  Una tangenziale verde amica dell'ambiente

Insomma la Torino grigia, scura, nebbiosa, fredda e nevosa sembra lasciare spazio ad una città più colorata, solare, più mite e sempre meno biancheggiata; anche questa è la Torino che cambia, la capitale sabauda è sempre più lontana nei ricordi e nella mente, ma non nei nostri cuori che, senza nebbia, sono sempre più caldi.

 

Alessandro Rigitano

 

Seguici su facebook

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here