Home Storia La casa di Silvio Pellico diventa Casa della memoria

La casa di Silvio Pellico diventa Casa della memoria

12
SHARE
La dimora di Silvio Pellico diventa Casa della memoria
La dimora di Silvio Pellico diventa Casa della memoria

Quando si pensa ai personaggi famosi che hanno cambiato la storia, talvolta si fantastica su come fossero nella vita privata, su dove abbiano trascorso i loro momenti in famiglia o seduti a quale scrivania abbiano sviluppato le loro idee rivoluzionarie.

L’Italia ha dato i natali a moltissimi uomini e donne straordinari, che hanno lasciato il segno nella storia, nell’arte e nella cultura. Dal 1 marzo sarà visitabile, a Saluzzo, la casa di un poeta, scrittore e patriota italiano: Silvio Pellico.

La dimora di Silvio Pellico diventa Casa della memoria
La dimora di Silvio Pellico diventa Casa della memoria

L’edificio, di origine medioevale, si trova in Piazzetta dei Mondagli 5 ed è stato recentemente restaurato dal Comune. All’interno si possono ammirare elementi architettonici e decorazioni risalenti a diverse epoche, in particolare al Cinquecento e all’Ottocento. Silvio Pellico nacque nella casa di Saluzzo il 25 giugno del 1789 e vi trascorse i suoi primi anni d’infanzia.

 

La dimora di Silvio Pellico diventa Casa della memoria
La dimora di Silvio Pellico diventa Casa della memoria

All’interno della casa i visitatori potranno trovare dei cimeli e dei manoscritti di Pellico, tra cui alcuni frontespizi delle prime pubblicazioni de “Le mie prigioni” e una stanza dedicata fedele riproduzione di uno studio di uno scrittore del 1800.

La casa di Silvio Pellico è recentemente entrata a far parte dell’Associazione Case della memoria, nata nel 2005 grazie ad un progetto promosso dalla regione Toscana. Negli anni l’Associazione ha assunto una dimensione nazionale e oggi accoglie al suo interno dimore di italiani illustri disseminate su tutta la penisola.

Chi si trovasse a Saluzzo per una giornata fuori porta, inoltre, può anche visitare un altro edificio antico, Casa Cavassa, che si trova in via S. Giovanni 5.

La dimora di Silvio Pellico diventa Casa della memoria
La dimora di Silvio Pellico diventa Casa della memoria

Il complesso è stato dimora della famiglia Cavassa dal 1350 fino alla fine del 1700, quando poi è stata messa in vendita. La casa è diventata museo nel 1891 e oggi, oltre ad essere un importante esempio artistico e architettonico, ospita anche delle mostre temporanee.

Correlato:  26/2/1887: a Torino nasce il primo abito confezionato su misure standard

In seguito alla nomina della casa di Silvio Pellico, ci piacerebbe inoltre sapere quali sono secondo voi le altre case della memoria di Torino e del Piemonte, magari in un prossimo futuro potranno anche loro essere proposte per l’ingresso nell’Associazione.

 

Erika Guerra

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here