Home Cronaca di Torino Gtt, nuove politiche per la sicurezza

Gtt, nuove politiche per la sicurezza

2
SHARE
La GTT sciopera e la polemica diventa social

Più controlli, più sicurezza e nuovi metodi. Questo annuncia la Gtt, direttamente dalle pagine del suo sito internet.

Queste le novità: a ogni controllore sarà fornito un cellulare, con numero speciale precodificato (basta schiacciare un solo tasto), che li metterà in contatto direttamente con la centrale operativa GTT, che dispone di una linea diretta con le forze dell’ordine (Questura e Carabinieri).

Questa è una novità a tutela in primis degli stessi deputati al controllo dei biglietti: inoltre, verrà attivato un servizio di sorveglianza con società di vigilanza privata.

Sciopero Gtt, si ricomincia?

Gtt annuncia di voler dividere la città in tre zone per distribuire le pattugle e rendere più breve possibile il tempo di intervento.

Inoltre, sarà aumentato il numero di vetture video sorvegliate: per esempio le linee 3,m 15 e 16. E poi ancora, la formazione per il titolo di Agente di Polizia Amministrativa e i servizi “Linea Sicura”, con la Municipale di Torino.

Quanto alla lotta all’evasione, questi i numeri 2014 secondo quanto spiega proprio Gtt: “: le squadre di controllo su tutte le linee tranviarie, composte da due Assistenti alla clientela – per un totale di 140 addetti –  per la verifica dei biglietti, il sanzionamento degli irregolari, l’assistenza ai passeggeri e operative tutti i giorni (anche nei festivi). Un cambiamento, quello delle squadre, introdotto contestualmente all’installazione su tutte le vetture tranviarie di un’emettitrice automatica con possibilità di acquistare il biglietto (€ 2,50)”.

Torino Gtt: meno linee, ma più passaggi? Al vaglio lo studio del Poli

2014 le verifiche hanno riguardato ben 3 milioni 300 mila passeggeri contro i circa 2.110.000 dell’anno precedente (+ 1.190.000, in percentuale + 55%).

Redazione M24

(Seguici su Facebook!)

 

Commenti

Correlato:  Servizio Civile, si riparte (nonostante tutto)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here