Home Cronaca di Torino Il ritorno dei murazzi

Il ritorno dei murazzi

14
SHARE
il ritorno dei murazzi
il ritorno dei murazzi

 

La notizia era nell’ aria, ora è ufficiale: il 17 del mese corrente sono state approvate in Sala Rossa le linee guida per poter restituire le famose arcate cittadine alla movida torinese.

Dalla chiusura avvenuta negli anni scorsi, ci sono stati vari progetti per tentare di riqualificare questa zona della città un tempo casa dei giovani della notte, ma i vari tentativi sono stati vani: la spiaggia artificiale ispirata (e qui finiscono le similitudini) a quella parigina instaurata sulla Senna, i locali aperti anche di giorno gestiti da associazioni, non hanno trovato un grosso seguito di pubblico e la parte destra dei famosi Murazzi rimane desolata.

Un po’ meglio va per la parte sinistra dove alcuni dei, pochi, locali presenti non hanno mai interrotto l’ attività e ai quali si è aggiunta una sala studio e il ritorno di uno dei locali storici di questa parte di arcate.

il ritorno dei murazzi
 

Il progetto approvato una settimana fa per riattrarre persone sulla riva del grande fiume consiste nell’ installare una zona free wi-fi su tutta l’ area, installazione di impianti tecnologici per 650000 Euro, e un ulteriore investimento di altri 450000 euro per la messa in funzione di lampioni intelligenti a tecnologia led che si accenderanno al passaggio delle persone: tutto questo dovrebbe portare all’ assegnazione delle nuove attività commerciali e ridare vita ad una parte del popolo della notte che li, in riva al fiume, si era fermato.

 

il ritorno dei murazzi
 

La città, specialmente i giovani, richiedono a gran voce il ritorno di questo spazio dedicato a loro, e ciò è legittimo, ma lo è altrettanto pretendere che gli scandali passati non si ripetano più e che soprattutto la passeggiata non diventi una zona franca dove spacciatori e ubriachi scorrazzino in lungo e in largo in barba ai militari o polizia che stazionano in testa all’ entrata principale, che non vedono o fanno finta di non vedere ciò che accade nei luoghi sottostanti.

Correlato:  10 Ottobre 2002, finisce l'esilio dei Savoia

Il progetto è senza dubbio un passo avanti, il Comune sembra aver superato i problemi interni alla giunta che hanno impedito un’ apertura in tempi più rapidi, e pare  intenzionato a dare credito a chi, anche tramite manifestazioni pubbliche, ha chiesto il ritorno dei “Muri”: che sia #lavoltabuona?

 

Alessandro Rigitano

 

Seguici su facebook )

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here