Home Cronaca di Torino Più libri in circolazione con #ioleggoperché

Più libri in circolazione con #ioleggoperché

1
SHARE
Più libri in circolazione con #ioleggoperché
Più libri in circolazione con #ioleggoperché

I numeri non mentono e spesso vengono usati per analizzare i nostri comportamenti e le nostre abitudini. Per questo, talvolta, ci mettono di fronte a realtà allarmanti, come quella del rapporto tra gli italiani e la lettura. Secondo le statistiche, solo il 41,4% degli italiani legge almeno un libro all’anno, il che significa che gran parte del Paese non ne apre nemmeno uno nell’arco di dodici mesi. Il problema purtroppo non riguarda solo chi non legge, ma anche i lettori: nel 2014 sono infatti calati i lettori deboli (chi legge tra 1 e 3 libri l’anno, ndr) del 6,6% e i lettori forti (chi legge almeno un libro al mese, ndr) del 0,5%.

L’Associazione Italiana Editori non si è limitata a prendere atto di queste statistiche negative, ma ha provato a lanciare una nuova iniziativa: nasce così #ioleggoperché, un progetto per avvicinare gli italiani alla lettura sia attraverso il web, sia attraverso quello che resta uno dei mezzi più potenti, il passaparola. I lettori appassionati che vogliono dare il proprio contributo possono infatti iscriversi all’iniziativa e diventare Messaggeri. I Messaggeri, a partire dal mese di marzo, potranno ritirare nelle librerie della propria città che partecipano all’iniziativa un kit di libri scelti dall’Associazione Italiana Editori e distribuirli a parenti, amici e conoscenti per aiutarli a riscoprire il piacere di leggere.

Più libri in circolazione con #ioleggoperché
Più libri in circolazione con #ioleggoperché

Come sappiamo, grazie al Salone Internazionale del Libro, Torino ha costruito un rapporto particolare col mondo dei lettori, perciò si spera che anche i torinesi tengano alta questa bandiera e partecipino all’iniziativa. Saranno inoltre numerose le librerie di Torino presso cui si potrà ritirare il kit riservato ai Messaggeri: per scoprirle, bisognerà decidere di partecipare al progetto e completare le prime tre sfide che invitano a presentare se stessi e i propri libri preferiti sui social.

Correlato:  Qualità-prezzo: gli hotel di Torino tra i migliori d'Italia

Il culmine dell’iniziativa sarà il 23 aprile, non a caso la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, in cui diverse piazze d’Italia celebreranno la lettura. Il centro sarà però Milano, che si trasformerà in una libreria a cielo aperto nel corso di un evento i cui dettagli sono tutti ancora da svelare.

Più libri in circolazione con #ioleggoperché
Più libri in circolazione con #ioleggoperché

In chiusura, anche se non legata a #ioleggoperché, segnaliamo un’iniziativa cittadina di promozione della lettura: fino al 27 febbraio si svolgerà Regalibri, progetto che si propone di raccogliere libri per le biblioteche delle scuole elementari e medie della Circoscrizione 7. Se avete dei libri che vi hanno fatto sognare quando eravate piccoli, potete portarli al punto di raccolta centrale di corso Vercelli 15 o presso gli altri punti designati, come spiegato sul sito della Città di Torino. Ciò che vi ha appassionato da bambini può diventare un grande regalo per i giovanissimi: tutti possono contribuire a far crescere questo 41,4%.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here