Home Teatro Riccardo III, attore “noir” per Massimo Ranieri

Riccardo III, attore “noir” per Massimo Ranieri

4
SHARE
locandina_riccardo_ranieri
locandina_riccardo_ranieri

Massimo Ranieri porta in scena un allestimento del Riccardo III di Shakespeare del quale firma anche la regia. Una nuova sfida teatrale per uno spettacolo imponente, il cui biglietto da visita – oltre alle musiche originali firmate dal M° Ennio Morricone – è la sontuosa scenografia a scena aperta firmata da Lorenzo Cutuli: una sorta di “ovale” girevole, che racchiude i destini di ciascun personaggio che compone la tragedia.

Ranieri interpreta un uomo sanguinario che recita se stesso, quasi “per passare il tempo”…ma implacabile nella sistematica eliminazione di chiunque si frapponga fra sé e la sua scalata al potere.

Ranieri_Riccardo III

Riccardo indossa i costumi di una malvagità calcolata, seppur quasi “giullaresca”. L’allestimento richiama volutamente atmosfere noir, proprio perché il pubblico sa già chi si macchierà di una serie di efferati delitti.

A un primo atto “andante”, in cui si svela la sanguinaria personalità di Riccardo attraverso l’eliminazione di un gran numero di avversari (niente armi da taglio, tutti eliminati a colpi di pistola), segue un secondo atto in cui la scalata al potere, ormai certa, prosegue in modo sempre sistematico, ma meno “formale” (nella sua tragicità), anche grazie ad alcune evidenti prove d’attore come quella di Paolo Lorimer come Duca di Buckingham, Margherita Di Rauso (Regina Margherita, vedova di Enrico VI), Carla Cassola (Duchessa di York) e Roberto Vandelli, impegnato nel doppio ruolo di Re Edoardo IV (primo atto) e Sindaco di Londra (secondo atto).

Ranieri_Riccardo III
Per intensità emotiva, si fa notare anche, nel primo atto, un Sicario, interpretato da Marco Manca.

Nonostante l’assenza di spade e armature e l’utilizzo di divise militari anni Quaranta, non viene a mancare il celebre lamento finale, preludio della morte del protagonista (colpito da pallottola al cuore): “Un cavallo, un cavallo, il mio regno per un cavallo!”.

Correlato:  Le giovani donne del Liceo Teatro Nuovo di Torino dicono basta… e vincono!

Lo spettacolo resterà in scena al Teatro Alfieri di Torino fino al 22 febbraio e poi continuerà il suo tour in tutta Italia.

 

Roberto Mazzone

( Seguici anche su Facebook!)

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here