Home Cronaca di Torino I lupi tornano vicino a Torino

I lupi tornano vicino a Torino

24
SHARE
I lupi tornano vicino a Torino
I lupi tornano vicino a Torino

Nel torinese si torna a gridare al lupo al lupo. Per davvero. La neve e il freddo hanno spinto alcuni esemplari a scendere sempre più vicini alla valle.

I lupi si stanno avvicinando tanto che alcuni sono stati avvistati e fotografati perfino nei boschi di Stupinigi. Secondo una stima, i lupi “piemontesi” sarebbero una ventina, distribuiti in cinque branchi che vivono tra il Gran Bosco di Salbertrand, il parco dell’Orsiera, la Val Chisone, la Val Germanasca, e le Valli di Lanzo. La popolazione, però, sarebbe in aumento, e vanno tenuti in considerazione anche tre branchi “frontalieri” che vivono sule Alpi tra l’Italia e la Francia.

I lupi tornano vicino a Torino
I lupi tornano vicino a Torino

Secondo gli esperti, i lupi non sono aggressivi verso l’uomo, ma va rispettata la loro natura di animali selvatici. I lupi nel torinese, però, hanno incontrato anche le proteste di diverse categorie. Per primi i cacciatori, che lamentano l’effetto del lupo, animali non autoctono, sulla fauna locale: molti animali, tra cui i mufloni, stanno diminuendo proprio per la presenza del nuovo predatore, e in alcuni paesi, tra cui la Svizzera, è stato autorizzato l’abbattimento dei lupi. Come nella migliore tradizione favolistica, ad opporsi ai lupi sono anche gli allevatori, che hanno visto capre e pecore sbranate nei pressi degli alpeggi d’alta quota.

I lupi tornano vicino a Torino
I lupi tornano vicino a Torino

Secondo i biologi, però, è tempo che questa situazione cambi, e che l’uomo impari a convivere con il lupo. Le ultime notizie non sono confortanti: una lupa è stata ritrovato lungo la strada, a Usseaux, con la zampa anteriore destra ferita. Ussa, come l’hanno chiamata i medici della Facoltà di Veterinaria, è stata con tutta probabilità investita da un’automobile. Curata nel centro animali non convenzionali di Grugliasco, ha solo pochi punti di sutura e potrà tornare presto nel bosco.

Correlato:  Ospedale San Luigi, i libri aiutano i pazienti nei momenti difficili

Giulia Ongaro

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here